Alessandro Mamoli: "Per il basket italiano, almeno due squadre a livello di Milano"

08.10.2018 11:45 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 3459 volte
Fonte: Superscommesse.it
Alessandro Mamoli: "Per il basket italiano, almeno due squadre a livello di Milano"

Mentre si sta svolgendo la pre-season di NBA la redazione di SuperNews ha voluto intervistare il giornalista Sky Sport esperto di basket Alessandro Mamoli, per parlare delle novità dell’imminente stagione cestistica statunitense al via il prossimo 16 ottobre.

 

Uno degli argomenti caldi è stato sicuramente il passaggio di LeBron James ai Los Angeles Lakers:

“Faranno meglio come Lakers, rispetto alle recenti stagioni. Temo farà peggio LeBron, inteso che la strada che porta a quella finale NBA raggiunta 8 anni di fila ad est, ad Ovest è un po’ più tortuosa. La semifinale di Conference può essere alla portata della squadra ma finché non li vediamo giocare, diciamo almeno le prime trenta partite, è difficile fare un pronostico”.

 

Tema Nazionale. È davvero possibile che i giocatori italiani impegnati in NBA snobbino la maglia azzurra? Questo il pensiero di Mamoli:

“Troppo presto per parlarne. Ogni scenario è possibile. Intanto va raggiunta la qualificazione, poi vediamo. Non cascherei dalla sedia se a Mondiale raggiunto sulla panchina dell’Italia ci dovesse essere un altro allenatore. Di certo la comunicazione estiva da una parte e dall’altra la definirei rivedibile”.

 

Il basket in Italia ha margini di crescita ma per Mamoli sono due gli ingredienti imprescindibili per raggiungere lo standard dei top campionati:

“Servirebbero almeno un paio di squadre al livello di Milano, non solo tecnico ma soprattutto economico. Il budget fa la differenza, se vuoi competere ad alto livello occorre investire parecchio”.