Serie B - Vigevano fa suo il derby con Pavia

08.10.2018 11:59 di Julia Kern  articolo letto 491 volte
Serie B - Vigevano fa suo il derby con Pavia

Il primo derby di campionato se lo aggiudica la Elachem Vigevano in un PalaBasletta blindato dalle forze dell'Ordine e stracolmo di gente con un centinaio di tifosi giunti da Pavia che hanno dovuto soffrire fino all'ultimo la sconfitta, tra gli sfottò ducali e anche un po' di sfiga, avendo i loro beniamini perduto alla metà del primo quarto il pivot Iannilli e nel terzo anche le prestazioni di Manuelli. Vigevano, invece, non ha potuto contare su Vecerina febbricitante già dal mattino e tenuto in panca da coach Piazza dopo una breve apparizione in campo. Insomma, anche in questa straprovinciale non ci si è fatto mancare nulla. Qualche colpo di troppo, sguardi non troppo accattivanti, un arbitraggio quasi perfetto per Piazza (mentre troppo permissivo per Baldiraghi) han fatto il resto. Il pericolo numero uno e guardato a vista di Pavia Mascherpa, non è riuscito a tenere a galla i suoi e si è lasciato condizionare dall'atmosfera fermando il suo bottino a 19 punti (a Desio, in pre-campionato, il suo score realizzativo fu di ben 42 punti riuscendo ad agguantare e poi purgare i cugini dopo ben due tempi supplementari). Gli Ultras di casa lo hanno beccato a più riprese e lui si è intestardito con i tiri e l'1/7 dall'arco la dice lunga). Ma la beffa finale Pavia l'ha avuta proprio da un altro ex-pavese quel Patrizio Verri che solo due stagioni fa giocava nella rivale Edimes, evanescente nei primi due quarti, ha pensato bene con due triple consecutive di tagliare le gambe e soffocare ogni velleità l'altra sponda del Ticino. Nella vittoria vigevanese c'han messo il naso anche i due Tommaso della squadra: il play Minoli e il giovane De Gregori, belli pimpanti il gaucho Birindelli e capitan Benzoni, Panzin è partito in quarta riuscendo a svolgere il suo compito da regista. Bene tutti gli altri. Piazza nel dopo-gara se l'è presa un po' con il pubblico vigevanese non gradendo le smorfie di disapprovazione verso il lungo Petrosino. "Lui veste la maglia gialloblu come tutti i suoi compagni e dev'essere sostenuto, ci mette sempre il massimo impegno e lo dimostrerà in campionato!" - queste le parole del coach lomellino. Un po' di cronaca. Balbetta Vigevano e Pavia si trova sul 6-0. Dopo cinque minuti di gioco il tabellone recita 10-9 ancora per gli ospiti, poi è un batti e ribatti con la Elachem che fa suo il primo round avanti di un punto (18-17). Iannilli in questo quarto esce dal campo per una botta, ci riprova, ma non ce la fa e torna ad incitare i suoi dalla panchina senza più rivedere il campo. Di Bella e Mascherpa cercano di non far scappare Vigevano, van sotto, la riprendono e la partita resta equilibratissima fino al fischio del tempo lungo (32-28). La ripresa è uno sprint firmato da Verri che ne mette otto di fila, Bassi si sente forte, si prende anche un antisportivo, ma Pavia perde anche Manuelli e Vigevano prende il volo 57-44 al terzo giro. I  Ducali, ben sostenuti dai loro fan sonanti e cantanti, cercano di tenere a bada e soprattutto a distanza Pavia, Birindelli ci riesce, ma nonostante la presenza in campo di Panzini, la squadra non è capace di gestire per bene il finale. I leoni pavesi si rimettono in scia arrivando a due minuti dalla fine a -6 (69-63), ma la benzina è finita e Vigevano corre verso il suo pubblico a festeggiare la vittoria.

ELAchem Vigevano 1955 - Winterass Omnia Basket Pavia 74-63 (18-17, 14-11, 25-16, 17-19)

ELAchem Vigevano 1955: Patrizio Verri 18 (2/4, 2/5), Duilio ernesto Birindelli 15 (5/9, 1/2), Daniele Benzoni 14 (2/10, 2/4), Tommaso Minoli 8 (1/1, 2/2), Tommaso De gregori 6 (3/5, 0/0), Lorenzo Panzini 5 (0/2, 1/3), Matteo Bassi 5 (1/1, 1/2), Lorenzo Petrosino 3 (1/3, 0/0), Simone Vecerina 0 (0/0, 0/1), Alessandro Ferri 0 (0/1, 0/2)

Tiri liberi: 17 / 21 - Rimbalzi: 34 7 + 27 (Daniele Benzoni 8) - Assist: 15 (Lorenzo Panzini 5)

Winterass Omnia Basket Pavia: Giulio Mascherpa 19 (5/9, 1/7), Alessandro Spatti 10 (5/10, 0/1), Angelo Guaccio 10 (2/2, 1/2), Riccardo Crespi 9 (4/8, 0/0), Fabio Di bella 6 (0/2, 1/3), Daniele Manuelli 5 (1/4, 1/1), Nicolò Benedusi 2 (1/3, 0/1), Filippo Fazioli 2 (1/3, 0/1), Andrea Iannilli 0 (0/0, 0/0), Tommaso Visigalli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 21 - Rimbalzi: 29 4 + 25 (Angelo Guaccio, Nicolò Benedusi 7) - Assist: 11 (Fabio Di bella 6)