Lega A - La Dinamo soffre Varese nella ripresa oltre il lecito, ma vince

14.10.2018 14:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1749 volte
Lega A - La Dinamo soffre Varese nella ripresa oltre il lecito, ma vince

La Dinamo fa, la Dinamo rischia di disfare tutto da sola. Ben imbrigliato l'attacco di Varese nel primo tempo, gli uomini di Esposito non ricavano in attacco quanto di buono espresso in difesa, rischiando che il recupero degli ospiti nel terzo periodo possa davvero rimettere in discussione una gara bruttina ma solida sotto l'aspetto della ricerca dei due punti. Grazie al cielo, passata la sfuriata Avramovic, il resto della truppa è poco consistente, Moore realizza ma le medie non sono sufficienti per consolidare il recupero (8/19 totale con 2 triple a bersaglio). La truppa di Caja non conferma in trasferta le belle cose viste a Masnago, giudizio sospeso e rinviato.

Difese arcigne e attacchi limitati fra Sassari e Varese nel primo quarto. Sette minuti con il freno al tiro (Varese chiude 0/8 nelle triple) poi sul 5-6 la dinamo infila il parziale di 11-0 completato con un gioco da tre punti, a tre secondi dalla sirena, da Achille Polonara. Se tre secondi vi sembran pochi, sono sufficienti per Ferrero a guadagnarsi tre tiri liberi per fallo di Devecchi. Ne vanno dentro due, 16-8.

Intensità non cala e dopo 10 secondi del secondo periodo Avramovic prende una botta e va a sedersi in panchina. La gara continua ad essere spigolosa, con troppi tiri contestati. Varese trova dopo 11 tentativi la prima tripla proprio con Avramovic con 6'55" ma il Banco non è scappato via 21-13: il solo Bamforth colpisce dalla distanza due volte, e riporta al 14' il +11 per la squadra di casa. Moore e Scrubb approfittano di sbavature della squadra sarda per quattro punti che al 18' vale il 27-17. Esposito prende il timeout. La Dinamo tiene sempre il pallino del gioco nelle sue mani, e costringe la squadra di Caja ad attacchi a bassa percentuale: al riposo si va sul 31-18, con 12 di Bamforth e 8 di Polonara per Sassari, 6 di Moore e 5 di Avramovic per gli ospiti che non pungono (7/31 con 1/14 da tre).

Ha un altro piglio Varese in apertura e piazza il 2-6 di belle speranze in 90 secondi. Due liberi di Polonara sono seguiti da due di Avramovic 35-26, ed è un'altra gara. Il serbo ci aggiunge due triple, nel mezzo Gentile, molto ordinato, lascia il posto a Bamforth, ma da casa sua Avramovic mette la terza bomba 37-35 dopo 24'. Polonara chiude il break lombardo. I due leader nel punteggio Bamforth e Avramovic si attriccano al 25' per gli arbitri, dopo instant replay, scatta l'antisportivo per il giocatore sassarese. Un libero segnato da Avramovic 39-36. Si prendono anche Thomas e Ferreo, e questa rinnovata energia fa bene al Banco che si porta sul 43-36 con Caja che chiama il timeout al 26'. 0-5 con tripla di Scrubb riavvicina pericolosamente Varese; Stefano Gentile risponde da tre ed davvero un'altra partita. Altre due bombe di Gentile fanno il conclusivo al 30' 52-45.

Lo 0-2 in 3' spinge Esposito a un altro timeout, da cui Bamforth rientra con una tripla pesante, con Natali che replica immediatamente con la stessa paga 55-50 con 6'27". E' Rashawn che spezza l'equilibrio quando si declina nei 5' finali, poi Parodi e Bamforth con il +12 che segnano l'allontanarsi di Sassari verso la vittoria. Petteway sconta la brutta serata personale con la palla persa che provoca l'ultimo sussulto lombardo con la tripla di Moore 62-53. La Dinamo è in pieno controllo e le bombe di Moore e Scrubb sono ininfluenti sul risultato finale. 

Banco di Sardegna - Varese 71-60. Boxscore: 24 Bamforth, 15 Polonara, 12 Gentile, 10p+15r Rashawn per Sassari; 19 Avramovic, 18 Moore per Varese.