EuroLeague - Bayern sornione regola una Olimpia davvero in crisi

11.01.2019 23:04 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 992 volte
EuroLeague - Bayern sornione regola una Olimpia davvero in crisi

Secondo impegno della settimana lunga di EuroLeague e seconda sconfitta per l'Olimpia Milano, che all'Audi Dome non viene a capo di un buono ma non trascendentale Bayern Monaco, che negli scontri diretti in chiave playoff si guadagna un meritato 2-0 avendo anche sbancato il forum all'andata in un minuto finale che rimarrà tra i momenti peggiori dell'annata meneghina. E' la ottava sconfitta nelle ultime dieci partite, nata dopo un discreto primo quarto (23-22), perché non si è trovato, a lungo, il sistema di non lasciar estraniare dal gioco un James che comunque ha inciso molto. Nei due quarti centrali l'AX Exchange si è ritrovata abbastanza morbida, se non molle e grazie al Bayern che non ha alzato il ritmo ma ha difeso in modo incisivo. Solo quando, al 30' (77-68) Pianigiani si è trovato senza risorse aggiuntive ha rispolverato Cinciarini. Sollevato dalle responsabilità di portare palla (3 perse) James ha trovato anche la possibilità di muoversi e lo stesso compagno di reparto, al contrario di quanto accaduto a Bertans fattosi fuori da solo con i falli, ha trovato più spazi di gioco. Cinciarini in 11' si è messo in proprio, ha sfornato tre assist per Kuzminskas, Gudaitis e James, ha restituito minuti di entusiasmo a una direzione tecnica che non stava portando la squadra da nessuna parte. E il Bayern che, anche senza troppo scarto, aveva ben governato la gara fino a quel punto si è ritrovato con soli 4 punti da gestire 89-85. Purtroppo come due giorni fa siamo arrivati a ridosso della sirena e quel miracolo che servirebbe in 37 secondi non arriva. Rispetto ai Big Three con il Barcelona manca nel tabellino lo stanco Vlado Micov (0/7 da tre punti), Dedovic aggiunge nel personale score un 4/4 ai liberi che ristabilisce le distanze quanto basta, come il sale per insaporire la minestra, come un crossover di Maodo Lo che manda al bar il troppo generoso Cinciarini. Un Bayern non trascendentale, appunto, che supera una Milano ancora una volta sulle ginocchia nell'inverno dopo un autunno esplosivo come quello di una squadra che deve pensare alla salvezza. Solo che in EuroLeague non ci sono retrocessioni.

Bayern Monaco - AX Exchange Milano 93-87. Boxscore: 18 Dedovic e Lo, 14 Jovic e Koponen, 9 Barthel, 8 Williams per il Bayern (9-9) che si piazza proprio davanti all'Armani in classifica; 29 James (31 di valutazione), 18p+10r Gudaitis, 11 Bertans, 7 Micov, 6 Kuzminskas e Jerrells, 4 Brooks, 2 Burns, Cinciarini, Omic per l'Olimpia (8-10).

N.B. Mike James rischia di essere per la seconda volta in due giorni secondo nella classifica dell'MVP di giornata, con due partite perse.

 

. SHOW TIME 🙌

— EuroLeague (@EuroLeague)