EUROLEAGUE - 31 di James non bastano all'Olimpia che cade contro il Fenerbahce

13.12.2018 21:50 di Giorgio Bosco  articolo letto 2772 volte
EUROLEAGUE - 31 di James non bastano all'Olimpia che cade contro il Fenerbahce

L'Olimpia Armani Exchange Milano lotta, ma crolla contro i campioni in carica del Fenerbahce nonostante un irreale prova di Mike James autore di 31 punti. Partita molto spettacolare ed equilibrata nel primo tempo con le squadre che chiudono a quota 40 prima dell'intervallo. Nella ripresa il Fenerbahce chiude le maglie in difesa e si affida, offensivamente, al duo Lauvergne e Vesely per punire la retroguardia milanese. L'Olimpia sembra aver alzato bianca a 5 minuti dal termine sul -11 (79-68), ma Mike James si erge protagonista con 15 dei suoi 20 punti nell'ultimo quarto riaccendendo più di una speranza. Gli uomini di coach Pianigiani toccano il -2 (81-79) poi Guduric con due realizzazioni pesanti mette la parola fine sul match. Finisce 92 a 85. 

LA CRONACA

Poco meno di 15 minuti al match tra Olimpia Armani Milano e Fenerbahce Istanbul valevole per la dodicesima giornata di Euroleague. Partita proibitiva per gli uomini di coach Pianigiani che dovranno essere perfetti per espugnare la Ulker Sports Hall. La compagine meneghina è reduce da tre sconfitte consecutive in Euroleague mentre gli uomini di coach Obradovic sono arrivano al match con 7 vittorie negli ultimi 7 incontri. Nei 14 precedenti, il Fenerbahce guida 9-5, negli ultimi 8 scontri diretti sono stati i turchi ad uscirne vincitori. Palla a due alle ore 19:30! 

 

QUINTETTI

Milano: James, Bertans, Micov, Brooks, Tarczewski

Fenerbahce: Dixon, Green, Kalinic, Melli, Vesely

 

Dopo 4 errori consecutivi dell'Olimpia sono gli ospiti ad andare a segno con il primo canestro dal campo di Melli da oltre l'arco a cui risponde Tarczewski con un 2 su 2 dalla lunetta. Milano fa fatica a trovare il fondo della retina nonostante due buone azioni offensive costruite. Dall'altra parte è Green a rendersi protagonista per il 6 a 2 del 3'. Tarczewski non ci sta e il centro americano ben assistito da James infila un 4 a 0 di parziale che vale la parità a quota 6 a metà prima frazione. Obradovic è su tutte le furie e ferma il gioco chiamando timeout. Guduric dalla lunetta poi è ancora Olimpia Milano con Brooks e Micov per l'8 a 11 a 3 minuti dalla fine del primo periodo. Vesely sala in cattedra con 3 punti personali, ma l'Olimpia c'è e risponde presente con le triple di James e Jerrells per il 13 a 19 che diventa 15 a 21 al suono della prima sirena. Prima frazione difensivamente ottima per le Scarpette Rosse. Gudaitis è costretto a sedersi in panchina dopo il secondo fallo sanzionato. Primo squillo dei turchi, Lauvergne segna in penetrazione e Kalinic da tre punti in contropiede per il 20 a 21 con Pianigiani che chiama timeout. Micov riprende da dove aveva lasciato con la tripla dall'ala poi è ancora il nazionale francese del Fene e il primo canestro di Kuzminskas ad aggiornare il punteggio sul 22 a 26. Sloukas regala prima la parità tra le due squadre a quota 28 poi il sorpasso con un grande canestro in penetrazione. Continua il momento di rottura dell'Armani Exchange che non riesce più a segnare mentre i turchi vedono il canestro come una vasca da bagno e trovano il fondo della retina con il 32 a 28 di Guduric. Micov e James provano a suonare la sveglia per l'Olimpia sul 34 a 33, ma sono i padroni di casa a provare l'allungo con i liberi di Datome per il 38 a 33. Finale di secondo quarto favorevole per gli ospiti che ritrovano il bandolo della matassa con le giocate del duo Micov-Gudaitis per il 40 pari di fine primo tempo. 

 

 

. takes flight! ✈

— EuroLeague (@EuroLeague)

 
 

 

Dixon ruba e segna il primo canestro della ripresa a cui risponde James in penetrazione prima dell'appoggio di Vesely per il 45 a 42 d'inizio terzo quarto. Datome fa esplodere l'Ulker Sports Hall con una tripla, ma l'Olimpia non molla con il 2+1 di Tarczewski. Vesely schiaccia il 50 a 45 poi Jerrells  insacca ancora il -3. Problemi di falli in casa Milano che è costretta a rimandare in panchina Tarczewski dopo il terzo fallo sanzionato. Lauvergne e il lungo ceco sono inarrestabili in area e il Fenerbahce prova la prima fuga sul 58 a 49 a metà terzo periodo con Pianigiani che chiama il minuto di sospensione. Gudaitis e Kuzminskas tengono a galla i meneghini, Milano con le unghie e con i denti rimane in partita sul 62 a 55. Dopo svariati errori il Fenerbahce però punisce dalla lunga toccando il +10 con Dixon. Gli uomini di coach Pianigiani limitano i danni nel finale di terzo periodo e chiudono sotto di 9 lunghezze (67-58) a 10 minuti dal termine della partita. Milano pare essere alla canna del gas e ora il Fenerbahce può azzannare la partita. Lauvergne non sbaglia un tiro e gli ospiti sprofondano sul -12 al 32esimo. Pianigiani prova a scuotere i suoi chiamando timeout e l'Olimpia ritorna sotto la doppia cifra di svantaggio con James (72 a 65), ma Guduric e Sloukas non fanno sconti e allungano sul +11 (76 a 65). Ultime speranze degli ospiti affidate ancora a James che insacca la tripla del -8 con Obradovic che chiama timeout. Blackout dei padroni di casa, Milano ne approfitta e ritorna a un possesso di distanza sul 79 a 76 con altri 5 punti di folletto con il numero 2 che è a quota 24 punti personali. Datome risponde, ma James non si ferma più ed è -2 sul 81 a 79. Le due triple di Guduric pesano come un macigno, Fenerbahce avanti di 8 lunghezze sull'87 a 79 a un minuto scarso dal termine. Milano lotta, ma è costretta ad alzare bandiera bianca. Finisce 92 a 85.

 

Fenerbahce Istanbul-Olimpia Milano 92-85

Parziali: 15-21, 40-40, 67-58

Tabellini: Melli 5, Datome 10, Guduric 20, Vesely 17, Lauvergne 15 per il Fenerbahce. 31 James, 13 Gudaitis e Kuzminskas per Milano.