NBA - Warriors, l'autocritica di Steve Kerr dopo la sconfitta con i Pistons

02.12.2018 17:13 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 599 volte
NBA - Warriors, l'autocritica di Steve Kerr dopo la sconfitta con i Pistons

I Golden State Warriors hanno perso in casa dei Detroit Pistons 111-102 sabato sera, e in sala stampa l'allenatore Steve Kerr ha definito la partita uno dei peggiori spettacoli di coaching della sua carriera: "Questa sarà ricordata come uno dei peggiori match che abbia mai allenato. Abbiamo avuto qualche brutto problema all'inizio, e stavo cercando una formazione che potesse competere con Blake [Griffin] e Andre [Drummond], ma non ho mai trovato una soluzione che mi desse in campo un gruppo efficace. Non stavamo girando la palla per aprire le triple né per penetrazioni a canestro."

La statistica più significativa è stata la scarsa risoluzione dal perimetro (6 su 26 su tre), una rarità per una squadra che può schierare Steph Curry, Klay Thompson e Kevin Durant. In particolare, il ritorno di Curry dopo 11 partite saltate per uno stiramento all'inguine ha prodotto sì 27 punti ,a con 7 palle paerse e 3/9 dall'arco. Nonostante il record attuale 15/9 ponga Golden State solo al quarto posto della Western Conference a cinque vittorie da Toronto capolista assoluta, la formazione della Bay Area rimane sempre la favorita numero uno per il titolo NBA 2018-19.