Lega A : Play off: Sassari vince e vola in semifinale contro una Brindisi immensa!

23.05.2019 00:14 di Dario Recchia   Vedi letture
Lega A : Play off: Sassari vince e vola in semifinale contro una Brindisi immensa!

Vola in semifinale il Banco di Sardegna Sassari che si aggiudica anche gara 3 contro l’Happy Casa Brindisi con il punteggio di 87-92. Un Pala Pentassuglia gremito all’inverosimile ha fatto da cornice a una partita molto bella sia tecnicamente che tatticamente con le due compagni che si sono affrontate a viso aperto e provando a sfruttare le proprie caratteristiche. Per la Dinamo non era facile espugnare il parquet brindisino dal momento che i pugliesi volevano giocarsi le proprie chances sfruttando il calore e il supporto dei propri tifosi. Coach Pozzecco ha preparato bene il match rimanendo lucido in ogni situazione e sfruttando le maggiori risorse provenienti da un roster più lungo e in fiducia. Brindisi, dal canto suo, ha messo sul terreno di gioco tutto il cuore, la grinta e l’orgoglio che hanno caratterizzato la stagione dei ragazzi di coach Vitucci lottando strenuamente sino al fischio finale. E il caloroso e sentito applauso a fine partita tributato dai 3500 tifosi ai propri beniamini sono la testimonianza e il riconoscimento per un gruppo che è sempre andato oltre i propri limiti e che non si è mai tirato indietro davanti alle difficoltà. Questa gara 3 è stata interpretata da Sassari cercando insistentemente i propri lunghi con Thomas in post basso e sfruttando sotto le plance i chili e i centimetri di Cooley. Il primo ha messo a referto 18 punti con un ottimo 6/7 da 2 punti mentre il granitico Cooley ha chiuso la gara con 20 punti (9/12 da 2) e 9 rimbalzi. Brindisi ha cercato in tutti i modi di difendere sui lunghi ospiti con raddoppi sistematici con i viaggianti che sono stati freddi a scaricare sul perimetro per i tiri di Spissu (13 punti) Smith e il positivo Pierre. L’Happy Casa ha risposto con il dinamismo dei suoi atleti  e la determinazione di chi non ci sta ad ammainare la bandiera. Adrian Banks è stato nuovamente il top scorer del match con 25 punti ma buona la prova di Tony Gaffney (16 punti e 6/8 totale) e di Moraschini (sopratutto nel primo periodo). Greene, preferito a Clark e Walker, ha fornito una buona prestazione con 10 punti e 12 di valutazione  così come il resto della panchina che ha messo a referto 20 punti contro i 24 degli ospiti. Nessuna delle due squadre ha mai messo le mani sulla gara anche se Sassari ha provato spesso a fare la lepre non riuscendo mai a dare il colpo del k.o. Anzi Brindisi, con la tripla di Banks a 3 minuti dalla fine, è andata avanti di 2 punti (83-81) prima che una cinica e lucida Sassari la punisse con i canestri di Smith e Cooley. I due liberi del solito Banks a 17 secondi hanno ancora riacceso la speranza (87-88) ma Pierre e Spissu dalla linea della carità facevano scendere i titoli di coda per una serie combattuta in tutte e tre le sfide. Sassari supera il turno e si aggiudica la ventesima vittoria consecutiva tra campionato, EuroCup e play off. Attenderà l’esito della sfida tra Milano e Avellino (2 a 1 per i campani)provando a rimanere carica e concentrata. La squadra vista a Brindisi può davvero fare molta strada se continuerà a giocare con questa forza e lucidità. Brindisi chiude una stagione a dir poco fantastica partita con un precampionato senza sconfitte e con una prima parte di campionato molto concreta che le è valsa la partecipazione alla Coppa Italia. Lì Brindisi ha davvero fatto vedere la propria stoffa con una finale storica persa contro quella Cremona che bene sta facendo nell’altra parte del tabellone dei play off. Nel girone di ritorno la New Basket Brindisi ha continuato a mostrare il suo gioco bello e spettacolare nonostante gli infortuni di Wes Clark e del suo sostituto Walker (senza contare l’assenza di Wojciechowski da diverse partite) che le hanno consentito di disputare i play off anche se con rotazioni ridotte. Un risultato assolutamente non preventivabile alla vigilia dal momento che la squadra del Presidente Marino era data dagli addetti ai lavori come una della candidate a lottare per la retrocessione. E’ stato il capolavoro di Coach Vitucci e del D.S. Simone Giofrè che hanno sapientemente pescato dalla lega due giocatori che hanno dimostrato di poter dire la loro al piano di sopra. Tra questi due nomi su tutti: John Brown che ha fatto impazzire tutti i pivot del campionato con la sua agilità e destrezza (lui che arriva a stento ai 200 cm) e Riccardo Moraschini che dopo diverse stagioni sfortunate ha trovato in puglia la sua dimensione e dimostrato soprattutto di essere un giocatore pronto per la Nazionale. Non sappiamo se i due ragazzi vestiranno anche nella prossima stagione la casacca biancoazzurra. Di sicuro le lacrime a fine gara sono la migliore fotografia di una stagione da incorniciare sotto tutti i punti di vista.

P.S. Nota a margine….una partita bellissima con una nota stonata…la serata storta della terna arbitrale! La giornata storta capita a tutti.

Happy Casa Brindisi – Banco di Sardegna Sassari 87-92 (18-24, 24-19, 23-24, 22-25)

Brindisi: Banks 25, Brown 10, Rush 6, Gaffney 16, Zanelli 4, Orlandino n.e., Guido n.e. Moraschini 9. Cazzolato n.e., Chappell 7, Taddeo n.e. All. Vitucci

Sassari: Spissu 13, Smith 12, Mcgee n.e., Carter 2, Devecchi 0, Magro n.e., Pierre 16, Gentile 11, Thomas 18, Polonara 0, Diop n.e., Cooley 20. All. Pozzecco

Arbitri: Mazzoni, Sardella, Perciavalle

Dario Recchia

FOTO: Studio Tasco