Next Gen Cup: Varese si aggiudica il derby lombardo

01.12.2018 13:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 739 volte
Next Gen Cup: Varese si aggiudica il derby lombardo

L’avventura della Pallacanestro Cantù Under 18 di coach Visciglia nella LBA Next Gen Cup non inizia nel migliore dei modi. I biancoblù – privi del talento macedone Bogdan Mirkovski – combattono nel derby con Varese fino all’ultimo minuto ma sono costretti ad arrendersi alla forza dei padroni di casa, guidati dai 26 punti di Parravicini, classe 2001. 90 a 67 il finale.

Debutto amaro, dunque, per capitan Gatti (15 punti) e compagni, i quali avranno comunque la ghiotta occasione di rifarsi nella seconda partita del Girone A di qualificazione contro l’Auxilium Torino, palla a due stasera alle ore 20:45 sempre alla "Enerxenia Arena" di Varese.

LA CRONACA

A rompere il ghiaccio dopo centoventi secondi di gioco abbastanza confusi è Gatti, autore della prima tripla del match che consente a Cantù di sbloccare il risultato dopo un avvio molto freddo delle due squadre. Difficoltà realizzativa per entrambe le formazioni, merito anche di due buone difese, poi dal 5’ in avanti gli attacchi incominciano a prenderci gusto, trovando punti importanti. Con Seck, dalla lunetta, i locali trovano il momentaneo vantaggio al 6’. Tuttavia, i brianzoli sono bravi a rispondere subito con un Massenzana particolarmente ispirato, ben supportato da Bresolin che nel pitturato è un fattore a rimbalzo. Nel finale di primo quarto Caglio dà il vantaggio ai biancoblù ma, proprio sulla sirena, Librizzi beffa Cantù con un jumper chirurgico. 12-11 al 10’.

In apertura della seconda frazione Gardelli, tutto libero, punisce la difesa canturina con la tripla del +4. Black out per la squadra di coach Visciglia: ne approfittano i padroni di casa con Raskovic prima e Parravicini poi, i quali regalano ai biancorossi tre possessi di vantaggio. 21-14 al 13’. Immediata la reazione di Cantù, trascinata dal talento di Procida che al 16’ piazza una gran tripla, quella del 25 pari a 3’ e mezzo dall’intervallo lungo. Lo stesso Procida, proprio sul finire del primo tempo, regala ai biancoblù il momentaneo +4 (27-31) con un’altra tripla importante. Nel finale ingenuità della difesa brianzola che concede a Varese un altro canestro sulla sirena di fine quarto, di Raskovic l’acuto del 31 pari al ventesimo minuto.

Il secondo tempo inizia come era finito il primo, con Procida scatenato dall’arco: tripla dall’angolo e nuovo vantaggio biancoblù. 34-36 al 22’. Poi, nel corso del terzo quarto, in campo torna a regnare l’equilibrio: 41-41 al 27’, con capitan Gatti protagonista di un gran canestro, di pura tenacia. Varese prende coraggio, allungando di sei grazie ad uno splendido canestro di Librizzi. Seck, ad un minuto dalla fine del quarto, realizza un gioco da tre punti che consegna ai locali verso un vantaggio prezioso. Ad accorciare le distanze ci prova Di Giuliomaria con un bel piazzato dai cinque metri che, tuttavia, non ferma il momento positivo di Varese, guidata in attacco ancora da Seck. 54-47 al 30’.

In avvio di quarta ed ultima frazione, i varesini allungano di otto grazie a Montano, prima di subire ancora un canestro dall’ottimo Di Giuliomaria. Il numero dieci in maglia biancoblù si carica sulle proprie spalle l’attacco canturino, segnando un altro canestro importante. Tripla del -5, Cantù ancora in scia grazie al figlio d’arte. Ma una brutta palla persa di Procida, a 7’ e mezzo dal termine, permette a Varese di trovare la doppia cifra di vantaggio: Seck in contropiede affonda con una gran schiacciata, siglando il 55 a 45 biancorosso. Cantù, sotto un minuto dopo anche di quattordici, appare in difficoltà ma riesce ugualmente a tenere botta grazie ad una tripla di capitan Gatti di vitale importanza. La squadra di coach Visciglia si carica, aumentando anche l’intensità difensiva con Caglio e Cucchiaro. Gatti ci crede più di tutti e, un istante dopo, è ancora decisivo con la terza tripla personale a segno. 72-61 al 36’. Nel finale, però, Varese è brava ad allungare con decisione grazie al duo Montano-Librizzi, supportato dal talento di Parravicini. Finisce 90-67.

VARESE-CANTÙ 90-67

(12-11, 19-20; 23-16, 36-20)

VARESE: Svetozarevic 7, Montano 17, Librizzi 9, Mina n.e., Naldini 4, Raskovic 6, Virginio n.e., Van Velsen n.e., Gardelli 3, Ivanaj 8, Parravicini 26, Seck 10. All. Rusconi

CANTÙ: Lanzi 4, Arienti 8, Caglio 3, Cucchiaro 1, Ziviani, Procida 15, Di Giuliomaria 10, Gatti 15, Marazzi 2, Bresolin, Boev 5, Massenzana 4. All. Visciglia