Next Gen Cup, Cantù: Antonio Visciglia presenta l'Under 18

13.02.2019 14:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 584 volte
Next Gen Cup, Cantù: Antonio Visciglia presenta l'Under 18

Vigilia di LBA Next Gen Cup, il nuovo torneo di Legabasket riservato alle formazioni under 18 delle società partecipanti al campionato di Serie A PosteMobile 2018-’19. Giunta nella fase calda della competizione, con otto squadre pronte a darsi battaglia per ottenere uno dei quattro posti per la Final Four di Firenze, la fase finale della Next Gen Cup prenderà il via domani in quel di Pistoia, con due gironi da quattro squadre. Passato il girone eliminatorio lo scorso dicembre all’Enerxenia Arena di Varese, la Pallacanestro Cantù U18 debutterà domani con Trieste (palla a due alle ore 14:30 al PalaCarrara) per la prima partita del Girone F. Venerdì, poi, le sfide con Pistoia e Pesaro.  
 
A poche ore dalla partenza per Montecatini, dove la formazione canturina alloggerà per prendere parte alla kermesse toscana, coach Antonio Visciglia ha presentato il difficile (quanto emozionante) impegno che vedrà coinvolto lui ed i suoi ragazzi.
 
Di seguito le parole del capo allenatore dell’Acqua S.Bernardo Cantù U18 in sede di presentazione: «Arriviamo a questa fase finale della Next Gen Cup con grande entusiasmo, per noi è sicuramente una bella occasione per stare tutti insieme. Lontano da casa, i ragazi proveranno per almeno tre giorni a fare i professionsiti. Si dedicheranno alla pallacanestro e la vivranno come dei veri professionisti sanno fare. A questo importante appuntamento arriviamo con un po’ di defezioni ficische. Purtroppo, abbiamo diversi giocatori fuori per infortunio ma resta il fatto che ci teniamo davvero tanto a questa manifestazione, dunque, daremo il massimo a priori. Per noi è motivo di grande orgoglio poter giocare con la maglia della Pallacanestro Cantù e faremo vedere che i canturini, nonostante le diverse defezioni, lotteranno minuto dopo minuto e partita dopo partita per ottenere il passaggio del turno».
 
«Sicuramente la partita chiave sarà quella contro Trieste - ha concluso coach Visciglia - perché vincerla vorrebbe dire avere poi due chances il giorno dopo per qualificarci. Alla Final Four passano solo le prime due, noi faremo di tutto per arrivare a Firenze. La cosa che ci preme di più in assoluto, però, è lottare e far vedere che abbiamo a cuore questa manifestazione, perché ci teniamo davvero molto».