Lega A - Playoff spietati: sei tecnici con la valigia in mano

18.05.2019 10:49 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
Lega A - Playoff spietati: sei tecnici con la valigia in mano

Qui non stiamo trattando della valigia per andare in trasferta con la squadra. Nossignori: sei degli otto tecnici che si giocheranno i playoff della stagione di serie A 2018-19 sanno che in caso di sconfitta potranno fare la valigia per andare ad allenare altrove. Nè le informazioni diffuse da quotidiani sportivi e siti internet ci aiutano ad alleggerire questa convinzione. Ecco la situazione allenatore per allenatore, in ordine di apparizione in campo.

Simone Pianigiani. Sulla carta il suo contratto scade il 30 giugno 2020. Dall'altra parte c'è una società che negli ultimi anni ha rispettato i contratti fino all'ultimo euro, ma con l'esonero facile lasciando in stand-by sia Banchi che Repesa. Perdere il quarto di finale in un momento in cui il presidente Livio Proli e il suo entourage, che ha prelevato il tecnico senese a suo tempo dall'Hapoel Jerusalem, non godono più di alcuna autorità in casa Olimpia potrebbe lasciare un facile destro a chi verrà di cambiare. Anche perché una parte della piazza non aspetta altro da due anni...

Massimo Maffezzoli. Più che il passaggio in semifinale - contro l'avversario più ostico possibile - per il tecnico irpino conterà moltissimo l'atteggiamento che lui e la squadra avranno nella serie. Sarebbe nella stessa situazione di subentrante di Pozzecco, solo che questi ha davvero cambiato il vento a Sassari.

Gianmarco Pozzecco. Il subentrante che non rischia gioca alle 20:45. Entusiasmo e vittorie compresa una Coppa - di grande valore per il club e per il movimento - che non scalfiranno l'eventuale eliminazione per mano di Brindisi. A meno che qualcuno non giochi all'harakiri.

Frank Vitucci. Anche qui si viaggia sulle ali dell'entusiasmo. Ma il fatto che stamani il suo nome venga accostato a quello di Reggio Emilia da diversi fonti e una storia spesso umorale del tecnico con i suoi dirigenti nelle passate esperienze, lascia alcuni dubbi.

Romeo Sacchetti. Il Ct della Nazionale è l'unico che non corre rischi. Ha vinto la Coppa Italia, non ha costretto la società a sforare alcun budget, non si lamenta mai. I playoff sono un'altra storia, dove singoli fattori del momento possono determinare vittorie e sconfitte.

Eugenio Dalmasson. I rumors sul suo contratto in scadenza girano già da alcuni giorni. Il futuro prossimo dell'Alma Trieste è ancora tutto da decifrare e un coach arrivato al massimo livello a una certa età ha mercato e voglia di monetizzare.

Walter De Raffaele. Il coach veneziano non rischia solo al primo turno. Qualunque risultato che non sia la finale, per la qualità e la quantità messa a sua disposizione, dovrebbe costargli il posto. Ma l'eliminazione al primo turno sarebbe davvero ferale per il presidente-sindaco-tifoso Brugnara.

Maurizio Buscaglia. Anche i grandi amori finiscono. L'Aquila Trento nella prossima stagione dovrebbe anche diminuire il budget per l'acquisto di giocatori, il tecnico è nei desiderata di diversi club. Solo il titolo, che farebbe di lui l'allenatore italiano più simile a Gregg Popovich, potrebbe cambiare un finale che sembra sia già stato scritto.