A2 F - La B&P Autoricambi Costa Masnaga ospita Carugate

08.02.2019 23:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 145 volte
A2 F - La B&P Autoricambi Costa Masnaga ospita Carugate

Dopo la bella vittoria contro Acciaierie Val Bruna Bolzano, ecco un'altra gara tra le mura amiche per le nostre pantere. Questa volta ad attendere capitan Longoni e compagne c'è Carosello Carugate, che si trova all'undicesimo posto in classifica, in compagnia di San Martino di Lupari, a 12 punti.
Carugate, dopo tre vittorie nelle prime nove partite della stagione, rialza la testa proprio contro San Martino di Lupari. Poi arrivano altre tre sconfitte consecutive, quindi il doppio ritorno al sorriso contro Varese e nella trasferta contro la Pall. Bolzano. Sconfitta di misura lottando contro Moncalieri, stessa sorte beffarda in trasferta contro Sanga Milano e, nell'ultimo turno, il netto ko in casa contro la Parking Graf Crema.

Le avversarie ai raggi-x
Nella gara di andata, ci fu un largo successo delle nostre pantere, che si imposero 48-75, in un match mai in discussione dal secondo quarto in avanti, grazie a quattro giocatrici in doppia cifra, con Tibè e Frustaci sugli scudi con 13 punti a testa.
Nell'ultimo turno per Carugate è arrivata una netta sconfitta in casa 50-68 ad opera della Parking Graf Crema. Fatale è stato proprio il primo quarto, che ha permesso alle ospiti di creare il margine che si è portata dietro fino alla fine: al 10', il tabellone recitava 9-25. Negli altri tre parziali, Carugate ha lottato (41-43 dall'11' al 40') e non ha assolutamente sfigurato, grazie ai 12 punti a testa di Albano e Maffenini e ai 10 punti di Molnar.

Le statistiche 
In queste prime diciotto giornate, Carosello Carugate ha segnato 56,3 punti di media, tirando con il 40% da due punti, con il 23% dal perimetro e con il 65% dalla lunetta. I rimbalzi di media catturati sono 33,6 e gli assist 11,4, mentre ha un saldo in passivo tra palle perse (14,3) e palle recuperate (9,5).
La migliore realizzatrice è Maffenini con 16,6 punti di media, seguita a ruota da Molnar (11,1 pt), Albano (9,8 pt) e Gambarini (9,4 pt). A rimbalzo spiccano ancora Molnar (8,7 di media), Albano (6,8) e Maffenini (6,7), mentre tra gli assist guida Gambarini, con 2,8 di media.

Il precampionato delle nostre avversarie
Carosello Carugate-Usmate 65-36
Carosello Carugate-Riva S. Vitale CH 61-46
Coppa Lombardia: Carosello Carugate-Fassi Edelweiss Albino 67-58
Coppa Lombardia: Basket Costa Masnaga-Carosello Carugate 69-62
Finali Coppa Lombardia: Tecmar Crema-Basket Carugate 46-66
Trofeo Allianz: Basket Carosello Carugate-Milano Basket Stars 63-47
Trofeo Allianz: Basket Carosello Carugate-SCS Varese 52-48

Roster
#1 Camilla Rachele Possali (2002 - guardia)
#5 Sara Usuelli (2003 - play)
#6 Francesca Diotti (1997 - play)
#7 Lorena Molnar (1998- pivot)
#8 Ilaria Pontillo (1999 - play)
#9 Francesca Macalli (2002 - guardia)
#10 Giulia Maffenini (1992 - ala)
#12 Matilde Tenderini (2002 - guardia)
#13 Francesca Gambarini (1995 -play/guardia)
#14 Gaia Fossati (2001 - pivot)
#16 Giulia Colombo (1991 - guardia)
#17 Cecilia Albano (1996 - ala)
Nuovo acquisto Valentina Giulietti (1998-guardia)

Allenatore: Luigi Cesari
Ass. Allenatore: Riccardo Lanza - Maurizio Mazzetto

La presentazione del match con coach Pirola
Che Carugate ti aspetti dopo un girone di andata in cui ha fatto fatica, il cambio di coach, il fatto che arrivino da tre sconfitte di fila e hanno appena inserito una guardia che va ad aumentare la profondità della squadra tra le "piccole"? "È un derby, non giocheranno certo alla leggera: una buona prestazione con noi potrebbe fargli molto bene mentalmente. Non avendo nulla da perdere proveranno a metterci in difficoltà".
Pensi che il pick&roll tra Gambarini e Molnar possa creare qualche grattacapo alla nostra difesa? C'è la possibilità di rivedere il pressing con raddoppi a tutto campo? "Il loro pick&roll è un’arma, come anche il nostro pressing a tutto campo: a volte conviene alzare i ritmi, altre no, vedremo come andrà".
Limitare le palle perse e mantenere alta l'intensità difensiva, cercando magari di correre in transizione, saranno le chiavi per provare ad allungare presto nel punteggio? "Limitare le palle perse e controllare i rimbalzi valgono di per sé il 50% di ogni gara. Quando difendiamo bene aumentano i rimbalzi e le possibilità di correre: è tutta lì la chiave".
Nella gara di andata Angi nel pitturato (8 rimbalzi e 13 punti) e Frusta in velocità e dinamismo (13 punti, 7 rimbalzi e 5/6 al tiro) avevano dato un grande apporto non partendo nel quintetto iniziale. Ti aspetti e auspichi un apporto simile anche domani sera? "Non abbiamo una panchina, abbiamo una rotazione abbastanza impostata, ma poi i quintetti più adatti girano in campo come suggerisce la partita. Tutte possono incidere e fare la differenza: in 10 giocano almeno 15’ di media e, per fortuna, c'è molta intercambiabilità e per questo mi aspetto tanto da tutte. Angelica e Sofia devono stare tranquille e concentrate: le partite non sono tutte uguali: se fanno bene le loro cose lasceranno il segno".
In una giornata in cui lo scontro tra Alpo e Castelnuovo potrebbe riservare qualche sorpresa, quanto sarà importante mettere in cascina due punti? "Stiamo concentrate sul gioco, è già abbastanza difficile quello: la classifica non è altro che uno specchio di questo aspetto".