A2 F - Il Sanga cede in casa alla Parking Graf Crema

02.12.2018 10:16 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 135 volte
A2 F - Il Sanga cede in casa alla Parking Graf Crema

Partita coraggiosa delle Orange che rimontano
in un orgoglioso finale Crema ma non riescono ad evitare la sconfitta.
Nonostante i problemi fisici, oltre a Zagni e Gombac non in partita, il
Sanga si aggrappa alla sfida trovando energia anche dalla giovanissima
Pagani oltre alla solita commovente Quaroni. Nel finale più lucide le
ospite che strappano la vittoria dalla lunetta. Gara nobilitata dalla
presenza di Enrico Crespi (presidente della GBC Milano) oltre a due ex
giocatrici di quella Milano vincente, Maria Teresa Baldini e Donatella
Maldini (sorella di Paolo e figlia di Cesare Maldini, coach della
Nazionale di calcio italiana), premiati all'intervallo dal Presidente
Onorario del Sanga Stefano
Moretti.

LA GARA
Inizio drammatico in termine di percentuali per Il Ponte Casa d'Aste,
cinque minuti senza un punto per le padrone di casa sotto 0-7. Crema
però non straripa anche perché limitata dalla buona difesa di Trianti e
compagne. Con l'ingresso di Capucci si alza il ritmo, della guardia
romagnola e di Zagni i punti del primo sorpasso, 9-8. Brilla Quaroni in
avvio di secondo periodo, la giovane regista milanese realizza i blitz
che mandano fuorigiri le avversarie, 17-10. E' il momento migliore per
le Orange che però subiscono la reazione delle ospiti in chiusura di
primo tempo, Capoferri l'ex Grassia e Melchiori tengono avanti le
cremasche alla pausa lunga, 24-25. Dopo l'intervallo strappo con
Parmesani e Blazevic in evidenza, si ferma l'attacco Sanga che precipita
a meno 12 alla penultima sirena, 30-42. Ha orgoglio e cuore la truppa di
coach Franz Pinotti che reagisce con grinta, prima è la difesa a
contenere a quota 42 Crema per oltre 7 minuti, poi la grinta di Guarneri
e tripla di una coraggiosa Pagani infiamma il PalaGiordani, 40-42.
Arriva anche l'aggancio con Calciano ma è l'ultimo acuto Orange.
L'esperienza di Rizzi e compagne è decisiva nel finale, Crema non
sbaglia dalla carità gelando gli ultimi sussulti Sanga, 42-48.

TABELLINO

Il Ponte Case d'Aste Milano - Parking Graf Crema 42 - 48 (9-10, 24-25,
30-42, 42-48)

IL PONTE CASE D'ASTE MILANO: Toffali*, Calciano 5 (1/5, 1/1), Guarneri*
6 (2/4 da 2), Zagni 2 (1/7, 0/1), Capucci 2 (0/2 da 2), Visigalli 2
(0/0, 0/0), Pagani 3 (1/1 da 3), Kostova 4 (1/3 da 2), Giulietti 5 (1/1,
1/4), Quaroni* 10 (5/10, 0/1), Trianti* 3 (0/1, 1/4), Gombac*
Allenatore: Pinotti F.
Tiri da 2: 11/44 - Tiri da 3: 4/13 - Tiri Liberi: 8/15 - Rimbalzi: 31
6+25 (Zagni 6) - Assist: 6 (Quaroni 2) - Palle Recuperate: 8 (Guarneri
2) - Palle Perse: 29 (Capucci 6)

PARKING GRAF CREMA: Melchiori* 8 (4/9, 0/4), Nori* 11 (4/10 da 2),
Capoferri 3 (0/1, 1/3), Iuliano, Blazevic* 7 (2/6, 1/2), Caccialanza,
Parmesani* 3 (1/5, 0/2), Cerri 2 (1/3 da 2), Grassia 4 (0/1, 1/1),
Parmesani NE, Rizzi* 10 (3/9, 0/5)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 15/44 - Tiri da 3: 3/18 - Tiri Liberi: 9/12 - Rimbalzi: 32
10+22 (Nori 6) - Assist: 6 (Melchiori 2) - Palle Recuperate: 12
(Melchiori 5) - Palle Perse: 17 (Melchiori 3)
Arbitri: Di Franco M., Mura E.

COACH PINOTTI: Mi piace lo spirito della nostra squadra, abbiamo tenuto
una formazione fortissima come Crema a soli 6 punti nell'ultima
frazione. Restano i problemi, non solo fisici come quelli di Quaroni e
Toffali, ma al di la della sfortuna dobbiamo progredire su tanti aspetti
per provare a ritrovare alcune certezze, anche e soprattutto di alcune
nostre veterane. C'è stata tanta energia da parte della panchina, con
Pagani in grande evidenza. Lavoriamo ora con umiltà per riprendere la
marcia al più presto per evitare che la classifica diventi più
complessa”.