A2 F - Ancora uno stop. La Delser LBS Udine cade in casa contro Castelnuovo Scrivia

02.12.2018 17:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 100 volte
A2 F - Ancora uno stop. La Delser LBS Udine cade in casa contro Castelnuovo Scrivia

La Delser parte piano, riapre il match già nella seconda frazione, gioca punto a punto per tutta la gara, poi però, nel quarto periodo, subisce un altro break fatale che vale il secondo stop consecutivo. Ieri sera l'Autosped Castelnuovo Scrivia ha espugnato il Carnera di Udine, aggiudicandosi la decima giornata di campionato per 58-63. La Libertas ha pagato, dunque, un approccio poco energico alla gara e una serie di black-out che hanno permesso alla formazione ospite, soprattutto nell'ultima frazione, di costruire il parziale decisivo per portarsi a casa i due punti.
CRONACA. Pronti, via e la Delser si ritrova ad inseguire 0-5 perché i tiri delle padrone di casa si stampano sul primo ferro e, dall'altra parte del campo, Corradini è già "on fire". Castelnuovo ne approfitta per scappare sul 3-10 con Udine in grado di segnare solo a cronometro fermo. Ci pensa Ianezic a sbloccare la situazione (5-12), seguita poi da Romano che, appena entrata in campo, manda a referto la prima tripla della sua serata che vale il primo parziale della gara (8-14). Nel secondo quarto la Delser ha un altro piglio: al mini break dell'Autosped, le ragazze di coach Iurlaro rispondono con un 8-0 targato Romano, Vicenzotti e Ianezic e, dopo aver impattato, raggiungono il primo vantaggio sul 20-18. Ora si gioca punto a punto e la gara si fa avvincente: Corradini continua a segnare da ogni posizione, ma Udine può vantare una Romano in gran spolvero (11 punti dopo venti minuti) che nel finale di quarto regala il 27-24 con cinque punti consecutivi; poi è Corradini a chiudere la frazione e a mandare tutti negli spogliatoi sul punteggio di 27-26.
Il secondo tempo inizia all'insegna dell'equilibrio: si susseguono una serie di sorpassi e contro sorpassi, ma si continua comunque a giocare punto a punto perché entrambe le squadre non riescono a trovare l'inerzia giusta per scappar via. Solo nell'ultima frazione, Castelnuovo cambia ritmo: sul 39-43 Vicenzotti manda a referto un tiro libero, poi, sul black-out udinese, l'Autosped confeziona un break di 0-8, interrotto solo dal canestro dell'ex di turno Ljubenovic (42-51). Udine prova a rimanere incollata al match, ma ora l'inerzia è tutta per la formazione ospite, anche se Stoiedin è costretta a lasciare il campo per doppio fallo antisportivo. La Delser si riavvicina pericolosamente fino al -5 (50-55) a pochi minuti dalla fine, poi però Corradini glaciale in lunetta ricaccia indietro le friulane e porta la propria squadra alla vittoria finale.

DELSER LBS UDINE 58 – AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA 63
(8-14; 27-26; 39-40)
UDINE: Bianco, Vella 6, Ianezic 17, Sturma 8, Bric, Vicenzotti 6, Rainis 2, Ljubenovic 5, Romano 14. Non entrate: Blasigh, Ivas. Coach Iurlaro.
CASTELNUOVO SCRIVIA: Canova 2, Repetto, Corradini 17, Martelliano 8, Colli Claudia 6, Serpellini, Colli Carolina 11, Salvini 13, Stoiedin 6. Non entrate: Pieropan, Quintiero. Coach Pozzi.
Arbitri dell'incontro: Enrico D'Orazio di Vittorio Veneto (TV) e Mattia De Rico di Venezia.