A1 F - Ancora un capolavoro del Fila, il derby con Schio è delle Lupe

03.12.2018 00:31 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 194 volte
A1 F - Ancora un capolavoro del Fila, il derby con Schio è delle Lupe

Un anno dopo, il Fila ripete l'impresa e si aggiudica il derby veneto col Famila. Quel 17 dicembre 2017 finì 68-66, quasi un risultato fotocopia del 69-67 con cui domenica sera le Lupe si sono portate a casa una sfida condotta per tre quarti e mezzo, che nel finale stavano quasi per salutare come era successo a Broni una settimana fa. E invece le ragazze di Abignente, nonostante le rotazioni risicate per l'infortunio nel primo quarto di Fietta, hanno vinto all'ultimo respiro regalando - dopo quella con Ragusa di tre settimane fa - un'altra bellissima gioia ai propri tifosi, che avevano riempito il PalaLupe in ogni ordine di posto sin da mezz'ora prima della palla a due.

1° QUARTO. Il Fila parte subito a razzo: la tripla di Webb e i canestri in contropiede di Marshall e Keys propiziano il 7-0 dopo 90". Dall'altra parte Schio deve rinunciare a Francesca Dotto, out per infortunio proprio come la gemella Caterina in casa Fila. C'è però l'esordio italiano di Quigley, che trova subito il primo canestro ospite e disputerà una grande partita. Ma le Lupe sono in ritmo, e con tre bombe delle sue americane vola addirittura sul 18-4 quando sono passati poco più di 4'. La sfortuna è tuttavia sempre in agguato per le giallonere, che a 3' dal suo ingresso in campo perdono Fietta per una distorsione alla caviglia. L'ex Fassina riavvicina allora Schio sul 20-11, anche se San Martino chiuderà la prima frazione avanti 25-13, con 23 punti della coppia Marshall-Webb e un 5/7 da dietro l'arco dei tre punti.

2° QUARTO. Le ospiti girano qualche vite e nel secondo quarto registrano la difesa. Arriva così il recupero, è Crippa a rintuzzare il distacco con il punto del 26-22. Ci vogliono quasi 5' per vedere il primo canestro dal campo nel quarto del Fila, firmato ancora da Marshall. È però un canestro che rianima l'attacco, capace di guadagnarsi alcuni viaggi in lunetta con cui arriva un 8-0 di risposta, per il 34-22 del 16'. Dall'altra parte è ancora Quigley, già ottima protagonista alla sua prima apparizione in maglia Orange (11 punti a metà gara), a tenere in ritmo le ospiti. Il primo tempo si chiude comunque con l'illuminante assist di Tonello per Melnika, la quale fissa il 43-33.

3° QUARTO. Si riparte con una tripla della solita Quigley, subito imitata da... la solita Webb. Poi ci sono 5 punti preziosissimi di Keys: prima con un coast to coast con cui va a segnare nel traffico, e poi con la bomba allo scadere dei 24" che vale il 51-38 (24'). Ma l'inerzia è destinata a cambiare ancora: il canestro con fallo di Lavender dà il via a un controbreak di 12-0 per le scledensi, che riaprono completamente la gara (51-50 al 28'). Il Famila ha anche l'occasione del sorpasso ma non la sfrutta, e con la tripla di Marshall si va all'ultima pausa sul 56-52.

4° QUARTO. Quigley non si ferma e piazza altri due canestri pesanti, intervallati da quello di Tonello. Mancano 7' alla fine, quando Lavender trova per la prima volta il sorpasso ospite sul 59-60. Risponde Keys, ma la quinta tripla di Quigley (su altrettanti tentativi) è una nuova mazzata per il morale delle Lupe, che si ritrovano anche a corto di energie. Lavender realizza il 63-67 a 3' dalla sirena e sembra finita… Ma non bisogna mai dare per sconfitte le Lupe. Marshall firma il nuovo -2, poi arriva un recupero per infrazione dei 24" e ancora Marshall pareggia a 1'22" dal termine. Il tifo del palazzetto sale, e due grandi difese su Quigley regalano alla stessa Marshall la possibilità di buttarsi dentro e realizzare il sorpasso: 69-67 con appena 10" da giocare. Il Fila si ritrova nella stessa situazione della settimana prima a Broni, anche se stavolta ha un fallo da spendere. Lo fa Marshall, ma il suo contatto su Battisodo è giudicato antisportivo. Stavolta però gli Dei del Basket sono con le Lupe: dalla lunetta arriva uno 0/2, e sull'ultimo possesso la bomba di Quigley è rifiutata dal ferro. Finisce così, con la gioia del pubblico sesto uomo in campo e le lacrime delle protagoniste... Un'altra grande serata da ricordare.

GLI ALTRI RISULTATI. Geas-Napoli 75-70, Broni-Battipaglia 72-55, Ragusa-Vigarano 70-56, Empoli-Torino 60-75, Lucca-Venezia 54-74.
La classifica: Venezia 16; Schio e Broni 12; San Martino, Napoli e Ragusa 10; Geas 8; Lucca 6; Torino e Vigarano 4; Battipaglia ed Empoli 2.

Fila San Martino - Famila Wuber Schio 69-67

BASKET SAN MARTINO: Webb 17 (0/1, 5/9), Fietta, Tonello 3 (0/1, 1/5), Beraldo ne, Keys 14 (4/14, 1/3), Melnika 6 (2/5), Profaiser ne, Milani ne, Marshall 27 (9/18, 3/4), Tognalini 2 (0/3), Sandri (0/1, 0/2). All. Abignente.
PALLACANESTRO SCHIO: Filippi 2 (1/2, 0/1), Fassina 4 (2/3), Masciadri 3 (0/1, 1/4), Crippa 5 (2/4, 0/2), Gruda 5 (2/6), Battisodo (0/2, 0/3), Andrè 2 (1/1), Dotto ne, Lavender 19 (9/13), Quigley 27 (5/12, 5/7), Micovic ne. All. Vincent.
ARBITRI: Boscolo di Chioggia (VE), Bandinelli di Perugia e Giovannetti di Rivoli (TO).
PARZIALI: 25-13, 43-33, 56-52.
NOTE: Uscita per 5 falli: Crippa (39'). Fallo antisportivo: Sandri (13'), Crippa (16'), Marshall (40'). Tiri da due: San Martino 15/43, Schio 22/44. Tiri da tre: San Martino 10/23, Schio 6/17. Tiri liberi: San Martino 9/11, Schio 5/9. Rimbalzi: San Martino 38 (Keys 10), Schio 35 (Gruda 10). Assist: San Martino 15 (Marshall 4), Schio 17 (Battisodo e Crippa 4).