A1 F - Allianz Geas: domenica al PalaNat con Napoli comincia il tour de force

01.12.2018 09:36 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 107 volte
A1 F - Allianz Geas: domenica al PalaNat con Napoli comincia il tour de force

Dopo la bella vittoria (98-65, record di punti segnati di Sesto dal 1988-89) nella trasferta di Torino, nell’ottava giornata, l’Allianz Geas comincerà contro la Dike BK Napoli (domenica, 17.30) un lungo e quasi proibitivo percorso: fino al 13 gennaio, infatti, le rossonere affronteranno fra l’altro Venezia, Schio, Ragusa e Broni e fra queste la non semplice trasferta di Battipaglia. In un mese e mezzo tutte le sfide quasi impossibili. A quel “quasi” ovviamente si aggrappano sia coach Zanotti sia le ragazze rossonere, che mai vorranno scendere in campo già battute. Sesto è attualmente ottava in classifica, con tre vittorie e quattro sconfitte, quindi per ora perfettamente in linea con i programmi societari. Napoli, terza in classifica, che ha ottenuto cinque successi (contro San Martino di Lupari, Empoli, Battipaglia, Torino e Vigarano) e due sconfitte (contro Venezia e Schio), ha nel frattempo superato i problemi societari che l’avevano costretta a giocare con una sola americana per un paio di partite. Coach Zanotti non potrà ancora disporre della svedese Kalis Loyd, top scorer della squadra nelle prime cinque gare giocate (17,5 punti, con 6,5 rimbalzi e 2,2 assist). Dopo di lei, le tre migliori marcatrici del club lombardo sono Brooque Williams (14,3 punti, oltre a 4,8 rimbalzi, 2,1 assist e 2 recuperate), Sophie Brunner (9,9 punti, 6,3 rimbalzi e 3,6 assist) e Costanza Verona (9,6 punti, 3,4 rimbalzi e 1,7 assist). Una curiosità: sarà la partita delle tre Williams, una sorta di record: ben tre giocatrici in campo, una di casa e due a Napoli, portano questo cognome.

 

L’Allianz Geas segna in media 67,9 punti a partita (44% da due, 33% da tre e 70% dalla lunetta), raccogliendo 31,3 rimbalzi e distribuendo 16,3 assist. Le partenopee segnano 73,7 punti (44% da due, 33% da tre, 70% ai liberi), con 43,1 rimbalzi, elemento cui le sestesi dovranno prestare attenzione, e 16 assist. Tra le ragazze di coach Antonio Molino, le tre statunitensi, tutte di primissima qualità, stanno disputando un ottimo campionato. La guardia di 173 cm del 1994 Courtney Monae Williams sta macinando 18 punti (43% da due, 30% da tre, 80% a gioco fermo), con 9,4 rimbalzi, 3,6 assist e 21 di valutazione. L’ala di 180 cm classe ’96 Gabrielle Lisa Williams sta segnando 16,4 punti (48% da due, 64% ai liberi), con 10,6 rimbalzi, 3,1 assist e 22,4 di valutazione. La pivot di 190 cm del ’93 Isabelle Hannah Harrison sta mettendo a referto 15,2 punti (48% da due, 70% dalla lunetta), 12,2 rimbalzi e 22 di valutazione. L’esterna ex Schio di 181 cm nata nel 1996 Marzia Tagliamento sta facendo registrare 9,3 punti (41% da due, 45% dall’arco), 2,7 rimbalzi e 1,1 assist. In cabina di regia si alternano la classe 1986 Chiara Pastore (3,3 punti, 2 assist, 1,8 rimbalzi) e la classe ’90 Debora Sabrina Gonzales (3,7 punti e 1,3 assist). Le due veterane, entrambe provenienti da Schio, Laura Macchi e Kathrin Ress viaggiano rispettivamente a 10,1 punti (44% da due, 38% da tre, 94% ai liberi), 4 rimbalzi, 3 assist e 3,3 punti, 5,4 rimbalzi, 1,4 assist e 7,9 di valutazione.

 

COACH ZANOTTI – “Sicuramente non sarà una gara facile. Dovremo mettere in campo tutte le nostre energie e provare a giocare una partita di grande intensità difensiva e di coraggio e sfrontatezza in attacco. Napoli è una squadra costruita per raggiungere obbiettivi diversi dai nostri, ma non ci diamo per vinte e, se possibile, proveremo a strappare i due punti. Le loro tre straniere sono super, tra le giocatrici top del campionato: il gruppo di italiane può contare su qualità ed esperienza”.

 

VIRGINIA GALBIATI – “Napoli è una delle squadre allestite non soltanto per fare un buon campionato, ma per provare a vincere lo scudetto. Dal punto di vista tecnico hanno delle giocatrici davvero molto forti: sono coperte in ogni ruolo e hanno un allenatore che tatticamente fa la differenza. Noi non dobbiamo assolutamente darci per sconfitte in partenza, ma dobbiamo cercare, ancora di più dato che giochiamo in casa, di mettere in campo tutto quello che abbiamo e cercare di rendere la partita la più combattuta possibile, mettendo le avversarie in difficoltà. Dobbiamo riuscire a fare sul parquet quello che proviamo durante la settimana: l’obiettivo è riportare in partita tutti gli accorgimenti tecnici e tattici adottati”.

 

“Quella di domenica sarà la partita più importante dall’inizio dell’anno – dichiara Nazareno Lombardi, assistente di coach Zanotti sulla panchina sestese –: Napoli è una squadra costruita per arrivare fino in fondo. Poche settimane fa hanno giocato alla pari e con grande solidità sul campo della Reyer Venezia, capolista imbattuta. È una squadra di assoluto valore. La pivot Harrison è molto dinamica ed estremamente presente in area, sia a rimbalzo sia con le stoppate. Gabrielle Williams è un 4 molto fisico e dinamico: una grande lottatrice che oltre ai buonissimi numeri, fa anche un enorme lavoro di ‘intangibles’. Courtney Williams è una guardia molto talentuosa, con un grandissimo ‘palleggio, arresto e tiro’ e presente anche sotto le plance. È molto sorprendente il fatto che tutte e tre le straniere siano in doppia doppia di media per punti e rimbalzi: questo dà la misura del loro valore. A loro si aggiunge un gruppo di italiane di grande qualità. Tagliamento, uscendo dalla panchina, è capace di fare punti in poco tempo: bisognerà prestare molta attenzione al suo tiro dalla distanza. Ress e Macchi sono giocatrici espertissime; Pastore e Gonzales sono in grado di dettare il gioco con i giusti tempi e con velocità. Dovremo tramutare la partita in una vera e propria battaglia: il nostro obiettivo sarà far diventare lo scontro il più agonistico possibile”.