BCL - La Virtus crea e disfa e perde la prima partita in coppa

12.12.2018 20:19 di Davide Trebbi Twitter:   articolo letto 395 volte
Ph. Virtus Bologna
Ph. Virtus Bologna

La Virtus perde la prima partita di coppa in una gara che per lunghi tratti non è riuscita a chiudere ma è riuscita a rimontare uno svantaggio considerevole nell’ultimo quarto fino ad avere l’ultimo tiro per poter portarla all’overtime.

 

Inizio partita senza Aradori nei primi cinque, nessuna delle due squadre prova a scappare nell’incontro perché la Virtus sbaglia tanti passaggi e il Neptunas tira malissimo, l’ingresso di Kravic è fondamentale per Bologna e dopo la tripla di Mbaye è 6-0 di parziale e 9-15 al 7’; Klaipeda risponde con Delinkatis da tre, ma è l’unico canestro dal campo del quarto dopo 2 giri in lunetta, e non basta comunque a fermare i canestri del subentrato centro serbo per il 16-22 a fine prima frazione.

 

Rientrati in campo, i padroni di casa provano a correre in contropiede e una bella schiacciata di Masiulis su Baldi Rossi al terzo minuto è il nuovo -4 (20-24); I viaggianti però rispondono presente ad ogni tentativo di rimonta lituana anche quando è sopra di un solo punto al quinto dopo il canestro di Weaver a metà quarto (31-32). 

Il Neptunas cerca con insistenza Grant e la Virtus con Mbaye trova un valido oppositore e dopo la tripla di Taylor è di nuovo doppio possesso di vantaggio (33-39 al 17’); i lituani hanno la possibilità di riavvicinarsi ma sprecano tante occasioni così la VNera scappa con Cappelletti ad un minuto dalla fine in doppia cifra di vantaggio (35-45) ma in 15” il Neptunas segna 6 punti tra tiri liberi e giochi da tre punti, e Taylor nuovamente dice di no e con un 2 su 2 porta la Segafredo sopra di 6 all’intervallo lungo. 

 

Nella ripresa ancora Mbaye e Grant sono i protagonisti per entrambe le squadre, la Virtus prova a spingere in contropiede per far stancare il centro della squadra lituana con Qvale protagonista del parzialino dopo anche la grande stoppata di Mbaye su Olisevicius, E dopo il canestro di Punter e di nuovo massimo vantaggio Virtus al 27’ 49-61; in ombra fino a quel momento Delininkaitis viene fuori il momento più critico della partita con 7 punti in due azioni di pura esperienza e aiutato da Galdikas e Daumbraskas si riportano sul -3 al 29’, Pajola e Kravic sbloccano i suoi ma a fine terzo quarto è solo 62-67 Segafredo.

 

Ultimo quarto inizia con la V nera senza canestri dal campo per tre minuti e con sempre Delininkaitis grande protagonista con due triple imitato da Williams con un mancato gioco da 4 punti ma vantaggio Neptunas (73-67); Punter reagisce e complici tre brutto errori in attacco dei lituani si riportano nuovamente sotto (76-73) ma una stupida palla persa recuperata e segnata da Olisevicius riallontanano la Virtus (78-73 al 34’).

Mbaye quindi prova a trascinare i suoi e nonostante il solito Delininkaitis, Cournooh firma il -1 al 38’ (81-79) ma l’indemoniato numero 9 riporta con convinzione avanti i suoi; Punter non ci sta segnando il -4 a 100 secondi dalla fine: i lituani sprecano e un antisportivo di Kisielius porta incredibilmente la gara in parità (85-85) ad un minuto dalla fine.

Una grande penetrazione di Williams e una palla recuperata dello stesso Kisielius e nuovo possesso potevano dire vittoria, ma Olisevicius in lunetta fa solo 1 su tu e lunetta portandosi a soli tre punti di vantaggio, ma la tripla dell’eventuale pareggio di Punter è corta e così dopo otto partite la Virtus perde la prima partita in coppa ed è globalmente alla terza sconfitta di fila.