ABA League: Il Buducnost delle meraviglie continua a sorprendere

La sintesi del sedicesimo turno di Lega Adriatica
22.01.2019 08:00 di Marco Garbin  articolo letto 518 volte
N. Cole (Buducnost)
N. Cole (Buducnost)

Neanche il tempo di montarsi la testa per la clamorosa vittoria di Euroleague contro i blancos campioni in carica che i montenegrini del Buducnost sono chiamati all'impegnativo derby del secondo posto contro i sempre temibili croati del Cedevita Zagabria, in quello che è a tutti gli effetti il big match del sedicesimo turno di ABA League. E vuoi per la fatica, vuoi per quella normale rilassatezza dopo gli ovvi festeggiamenti in "balkan style" che avranno contraddistinto il weekend appena trascorso (nonostante gli immaginabili veti di coach Repesa) i montenegrini vanno sotto e ci restano fino agli sgoccioli, quando proprio il pluridecorato coach made in Čapljina chiama time out, cambia il volto alla squadra e manda a gambe all'aria strategie e marcature avversarie. Ne esce un micidiale break di 12:0 che riporta avanti i blues! Ma il gusto della vittoria è ancora più esaltante quando Norris Cole allo scadere posterizza Jacob Pullen negandogli l'over time! Ed ora per il Buducnost la sfida contro il Gran Canaria fa meno paura.
Nella lotta ai playoff importantissima la vittoria all'over-time del Partizan contro lo Zadar: la sentezza la firma Marcus Paige che confeziona 28 punti e piazza la tripla decisiva.
Non molla comunque il Mega, ad una lunghezza dai partigiani grazie alla vittoria rimediata contro i montenegrini del Mornar.

I risultati:
Krka - Igokea 69:71; Zadar - Partizan 92:97; Stella Rossa - FMP 79:62; Mega - Mornar 82:80; Cibona - Olimpija 87:70; Buducnost - Cedevita 80:78.

La classifica:
Stella Rossa 32, Cedevita 27, Buducnost 27, Partizan 26, Mega 25, Cibona 23, Mornar, FMP e Igokea 22, Olimpija e Zadar 21, Krka 20.