Friburgo si sveglia nel terzo parziale: la Reyer chiude il girone con una vittoria.

05.02.2019 22:22 di Marco Garbin   Vedi letture
Friburgo si sveglia nel terzo parziale: la Reyer chiude il girone con una vittoria.

Ultima stagionale in Europa per gli svizzeri del Friburgo che arrivano in Laguna per una partita che non ha molto da dire.
Venezia, gia' matematicamente qualificata, stasera fa le prove per il match di domenica contro Trento con un orecchio sui risultati degli altri match di Champions per provare a capire la sua prossima avversaria europea.
Con il condottiero Bramos a riposo si prevede qualche minuto per il giovane ceco Kyzlink. Per lui un'opportunita' da non perdere.
Out, ma non per scelta, Marco Giuri, fresco d'infortunio che gli precludera' probabilmente la partecipazione alla Coppa Italia.
Il match, inizialmente dominato dalla Reyer che chiude il primo parziale avanti di 20, cambia volto nella seconda parte di gara. Il Friburgo, che si era distinto per scarsa precisione al tiro e abbondanza di palle perse, cambia pelle grazie a Toure' e Roberson, che apportano fisicita' e incisivita' al gioco svizzero. La Reyer e' colta di sorpresa e rischia il recupero ma grazie a Washington e Tonut (MVP) riesce a rispondere a tono alle incursioni, spesso vincenti, dei biancoblu. Un match che aveva poco da dire ma di certo (fortunatamente) non avaro di emozioni.

La gara
Primi punti gara dopo 1 minuto abbondante siglati da Friburgo con Williamson. L'americano aumenta il suo bottino personale ma Washington e Daye (da 3) portano avanti la Reyer. Vidmar di potenza fa 7:4 dopo 4' del primo parziale e Tonut col suo gioco da 3 porta il vantaggio veneziano a +6. Il triestino rincara la dose per il 12:4 e coach Aleksic e' costretto al primo time-out per resettare i suoi. Lo splendido tap-in di Washington ed il canestro in gancio di Tonut portano il break orogranata sul 15:0. Timberlake interrompe momentaneamente l'agonia svizzera mentre, sul punteggio di 19:6, fra gli orogranata entra Kyzlink. Ed e' proprio il ceco a chiudere il primo quarto infilando dalla sinistra la tripla che vale il 28:8.

Il ceco inaugura anche il secondo parziale con un bel canestro dopo aver mandato a spasso il suo marcatore. Gli svizzeri, afflitti dalle loro pessime percentuali al tiro, collezionano palle perse e non sembrano minimamente in grado di poter recuperare il gap che si attesta, dopo 3' del secondo parziale, a 21 punti. Al canestro che vale quota 7 per Kyzlink risponde il nuovo entrato Toure', senegalese di 2 metri e 5 centimetri che aumenta il tasso fisico del Friburgo. A 3' dall'intervallo lungo Washington commette il primo fallo anti sportivo del match. Dalla lunetta gli svizzeri pero' non ne approfittano. Il punteggio resta sul 35:16. Non pecca di precisione invece Haynes che mette a bottino la sua seconda tripla. Friburgo e' in mano a Toure' che macina punti e assist smarcanti e permette ai suoi d'imbastire un timidissimo recupero. A 1' dal termine del secondo parziale il punteggio vede le squadre sul 38:22. Dopo i canestri di Williamson e Biligha il mobilissimo Steinmann sigla gli ultimi punti del parziale, che si chiude sul 40:26. Partita a senso unico, con gli svizzeri ben piu' imprecisi al tiro (42% contro 50%) ed eccessivi nelle palle perse (11 contro 8). L'effetto apportato da Toure' dalla seconda meta' del secondo parziale lascia pero' un barlume di speranza agli svizzeri. La seconda parte di gara sara' quindi tutta da seguire.

Nel terzo parziale parte bene il Friburgo con Roberson che realizza un break di 4:0 e ricuce a -10. Ci pensa Williamson dalla lunetta a far rientrare il gap alla singola cifra mentre la Reyer non riesce a far centro. Dopo 2' del terzo parziale squadre sul 40:31. La reazione svizzera, forse inaspettata, prende Venezia in contropiede. I lagunari si vedono rimontare fino a -7 prima di rompere il digiuno con la bomba di Daye. De Raffaele inserisce Watt per Daye e la Reyer acquista aggressivita' in attacco. Dall'altra parte Roberson scalda la mano e piazza un break di 5 punti. Le risposte orogranata arrivano con Kyzlink e Watt. A 2' dalla fine del terzo parziale squadre sul 46:39. Distacco minimo e Roberson ci crede e in sottomano va ancora a segno. Per Venezia Cerella infila pero' la tripla e riporta a 8 il vantaggio orogranata. Il numero 32 del Friburgo e' autore anche dell'ultimo punto del parziale, dalla lunetta, per il 49:42.

Ultimo parziale che inizia con gli svizzeri aggressivi ma e' Venezia ad andare a segno con Washington e Biligha. La risposta ospite e' targata Mladjan (da 3) ma la Reyer si rifa' subito con uno splendido gioco da 3+1 di Washington che pochi secondi dopo infila ancora splendidamente da sotto per il 57:45. Per gli ospiti e' tempo di time-out. L'ennesima tripla di Mladjan anticipa il canestro di Biligha a 6' dal termine. Si entra nella seconda meta' del parziale con Tonut che risponde a Natan Jurkovitz per il 61:50. L'ottimo Roberson, ancora a segno, sprona i suoi ma la risposta di Tonut e' pronta e fa male. Lo scontro, decisamente piu' equilibrato rispetto alla prima parte di gara, prosegue con lunghi botta e risposta, con Tonut che fa la parte del leone. A 1' dal termine Biligha infila il canestro del 72:60, chiudendo virtualmente i giochi. Cerella in difesa disinnesca l'ultima azione d'attacco di Steinmann ed il match si conclude sul 72:62.

Umana Reyer Venezia vs Fribourg Olimpic 72:62 (28:8) (40:26) (49:42)

Le squadre
Venezia
Haynes 6, Stone ne, Tonut 17, Daye 9, De Nicolao 0, Vidmar 2, Washington 12, Biligha 8, Mazzola 0, Cerella 5, Watt 4, Kyzlink 9

Friburgo
Jaunin 2, Steinmann 9, Gravet 4, Mladjan 6, Jurkovitz T. 2, Toure' 8, Desponds 0, Watts 0, Roberson 17, Williamson 10, Timberlake 2, Jurkovitz N. 2