Peppe Vento rinuncia al tennis mondiale per il Maxibasket

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 545 volte
Peppe Vento rinuncia al tennis mondiale per il Maxibasket

(di Mario Natucci). Gli Europei di maxibasket di Maribor si avvicinano (22 giugno – 1° luglio) e le formazioni azzurre – ben 13 - accelerano la preparazione. I più anziani fra gli azzurroni – come si conviene alla loro età - dànno il buon esempio e si sono organizzati per le prove generali. Venerdì 18 e sabato 19 gli azzurri Over 70 e Over 65 saranno a Montecatini Terme e si impegneranno in due giornate di allenamento. In questa avventura  spicca il caso di Peppe Vento, uno dei giocatori siciliani di maggiore fama, che è anche un prestigioso giocatore di tennis. Anzi, è classificato fra i primi dieci tennisti nella categoria Over 70 nella specialità del doppio.

 Quando smise di giocare a basket a 35 anni circa, Vento riversò le sue energie nel tennis, e fece parecchia strada fra gli Over della racchetta girando il mondo da un torneo all’altro. Ha perfino, pensate un po’, uno sponsor personale.  Poi, lo scorso anno, fu chiamato a far parte della nazionale Over 70 di basket e partecipò ai mondiali di Montecatini. Tanto è bastato per far riaccendere la passione per la palla a spicchi. Certo, durante l’anno continua a partecipare a tornei di tennis in Italia e all’estero. Ma ora che la preparazione per gli Europei entra nel vivo, si trova a dover scegliere fra tennis e maxibasket.
“In questo periodo – dice - viene organizzato a Cervia uno dei tornei più prestigiosi. Ma ho deciso di dare la precedenza al maxibasket, che era e resta la mia passione più grande. Quindi rinuncio a Cervia e ad altri tornei, e fino alla fine degli Europei per me esisterà solo il maxibasket”. Con la sua scelta Vento rinuncia non solo ai tornei ma anche ai premi in palio che potrebbe vincere. Quando di dice la passione per il basket… Chapeau!

Grandi manovre - Ed eccoci dunque alle grandi manovre prima degli Europei. Le nazionali Over 70 e 65, che un anno fa erano esordienti nelle competizioni internazionali FIMBA, hanno accumulato preziosa esperienza, e ora guardano con fiducia alla sfida europea.  La formazione Over 70, allenata da Franco Giuliani, ripresenta  - assieme a Vento, Cedolini, Turra, Bortolozzi, Comelli, Cavallini, Rama, Zanardi e Gambardella. A questi aggiunge Pino Maresca, passato di categoria dalla Over 65 e Augusto D’Amico.
Nella nazionale Over 65, allenata da Gianni Trevisan e Tullio Chiocciola figurano come lo scorso anno, Quercia, Polo, Schiavon e Tomasella, ma molti sono i nuovi: Ciucci Devetag, Umberto Dolce, Lele Camorani, Roberto Pecorelli,
Lucio Tirapelle, Mario Cadamuro, Carlo Gallana.

Milano, 9 giugno - Il prossimo appuntamento per Over 70 e Over 65 sarà a Milano, al PalaIseo, dove il 9 giugno sono in programma le prove generali. Alle quali partecipano anche le formazioni Over 55 e Over 60, gestite a Milano, che hanno alle spalle una lunga preparazione con parecchie amichevoli, anche impegnative.

Ecco il roster della nazionale Over 60, che dopo l’argento mondiale conquistato lo scorso anno punta senza mezzi termini all’oro, sotto la guida di coach Paolo Casalini; i reduci da quell’impresa sono: Boniolo, Cervino, Donadoni, D’Orsi, Falcin, Giani, Maccheroni, Magaddino, Marchetti, Marino, De Angelis e Ponzoni; a questi si aggiungono Gigi Mentasti, Renzo Suppo e Massimo Sarina .

La squadra degli azzurri Over 55, allenata da Cesare Angeretti, si presenta con Bassani, Bertulessi, Bassi, Blasi,Cannizzaro, Donato, Esposito, Fumagalli, Bianchini, Ongari, Brizzola, Petrosino, Stenco, Villella e Biffi .
Infine Marcello Reatto, che a lungo è stato arbitro internazionale, oltre ad avere diretto più di 600 partire in Serie A, ha chiesto di poter arbitrare le gare nelle competizioni internazionali FIMBA.

La passione di Reatto -  Dopo avere raggiunto i limiti di età per arbitrare in Serie A, Marcello non ha mai riposto il fischietto e dirige le partite giovanili e le serie minori nel Veneto. Vale la pena ripetere il concetto espresso per Peppe Vento: quando si dice la passione per il basket. Il presidente della FIMBA Rodriguez Lamas ha preso in considerazione la sua richiesta. Siamo sicuri che, se  Reatto sarà chiamato a dirigere nella FIMBA, farà onore al basket italiano, così come i nostri giocatori che negli ultimi anni hanno fatto incetta di medaglie nelle competizioni del maxibasket.
mario natucci