Pavani, Fortitudo: di Boniciolli e Pozzecco, serie A e palazzo capienza EuroLeague

24.05.2018 10:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 718 volte
Pavani, Fortitudo: di Boniciolli e Pozzecco, serie A e palazzo capienza EuroLeague

Sport Club, trasmissione sportiva di punta della rete èTV, ha ospitato nei suoi studi Christian Pavani, presidente della Consultinvest Fortitudo Bologna, che ha affrontato i temi del recente passato e del futuro che ha programmato per la Effe.

"Con Matteo Boniciolli c’è stato e c’è un rapporto stupendo. Lui ha capito di non trovarsi più nelle condizioni adatte per guidare la squadra ed è stato molto onesto a fare un passo indietro. Merita solo ringraziamenti anche perché ha rinunciato ad un anno di contratto. Verrà pagato sino alla fine della stagione e a giugno firmeremo la rescissione del contratto. Abbiamo già rinnovato 15 giorni fa Stefano Comuzzo per altri tre anni e Pozzecco proseguirà la sua avventura con noi qualsiasi sia il risultato finale di questi playoff. Merita di guidare una squadra fatta da lui sin dal primo giorno di ritiro. Non cercheremo un GM, abbiamo già Marco Carraretto. Lui e Boniciolli già in questa stagione hanno condiviso tutte le scelte sui giocatori ed hanno operato di comune accordo, dalla prossima stagione saranno Marco e Pozzecco a fare il mercato. Già ora stiamo programmando ed abbiamo nel mirino alcuni giocatori italiani e stranieri, qualcuno del nostro campionato, altri direttamente negli States.

Quando si è trattato di cambiare allenatore i primi nomi a cui abbiamo pensato, non tenendo conto di tutti quelli che ci hanno chiamato, sono stati quelli di Pozzecco, Repesa e Moretti. Repesa non era raggiungibile ma neppure noi eravamo troppo convinti. Pozzecco già lo avremmo voluto ad inizio stagione per fargli fare esperienza con le giovanili, è stato quasi immediato pensare a lui come sostituto di Matteo. L’abbiamo chiamato a mezzanotte, subito ci ha dato dei pazzi ma poi si è reso subito disponibile senza neppure parlare di soldi.

Per noi è fondamentale salire quest’anno. Primo perché il prossimo anno il livello si alzerà ancora di più visto che Udine e Tortona hanno programmi molto ambiziosi e due tra noi, Treviso e Trieste resteranno nella categoria. Secondo perché vincere il prossimo campionato significherà non giocare i playoff e perdere più di 500000 euro di incassi che per il nostro bilancio sono fondamentali.

Sogno e stiamo lavorando per il nostro palazzo, in 2, massimo 3 anni contiamo di arrivarci. Sarà un impianto solo nostro ed avrà una capienza da Eurolega."