NBA - Reclamo ufficiale dei Rockets sulla sconfitta con i Clippers

25.12.2017 10:30 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 992 volte
NBA - Reclamo ufficiale dei Rockets sulla sconfitta con i Clippers

Gli Houston Rockets hanno presentato un reclamo ufficiale contro il risultato della partita persa contro i Los Angeles Clippers. L'intenzione è quella di rigiocare i tre minuti finali, dopo che la NBA ha dato ragione a James Harden che nel dopogara aveva contestato le decisioni dei referees.

In pratica, era successo che a tre minuti dalla fine dell'incontro, Jawun Evans aveva commesso il suo sesto fallo, ma gli arbitri avevano punito Lou Williams al suo posto. A quel punto c'erano solo tre punti di vantaggio per i losangelini, e Jawun Evans è stato in grado di continuare a difendere su James Harden fino alla sirena. Ricevendo a fine gara le congratulazioni di Doc Rivers: "È senza dubbio il mio giocatore preferito stasera. Il suo lavoro in quei minuti, per molestarlo, la sua difesa era unica. Jawun è un rookie di 1m77, 1m80, e difende in questo modo sul probabile MVP. È stato incredibile." Si, ma non avrebbe dovuto giocare in quei tre minuti...

Così i Rockets hanno deciso di fare reclamo con l'obiettivo di rigiocare gli ultimi tre minuti. Non una novità: è già successo nella storia della NBA. L'ultima volta è stato nel 2008 quando Shaquille O'Neal, agli Heat, è stato espulso per sei falli quando aveva commessi solo cinque. L'NBA aveva deciso di rigiocare gli ultimi 51 secondi di gara contro gli Hawks, ma ciò non cambiò il risultato. Negli ultimi anni, i Nuggets e i Raptors hanno inoltrato simili richieste in seguito a problemi di sincronizzazione dei buzzer beaters. L'NBA non ha dato soddisfazione alle franchigie.