Maxibasket agli Europei: avvio in salita per le formazioni italiane

22.06.2018 14:59 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1390 volte
Maxibasket agli Europei: avvio in salita per le formazioni italiane

(di Mario Natucci). Pronti, via, i campionati europei di maxibasket cominciano in salita per le squadre azzurre. La prima delle formazioni italiane a scendere in campo è la nazionale Over 70, che affronta la Russia. È vero che lo scorso anno i nostri baldi settantenni (e passa) si sono classificati quarti ai mondiali alle spalle di tre squadre americane (Usa, Cile e Brasile); ma – per quanto possa essere stimolante non basta essere stata la formazione europea migliore ai mondiali per sentirsi al sicuro. Perché le squadre russe sono delle gran brutte bestie, e perché hanno un serbatoio enorme di giocatori ‘Over’, con campionati riservati alle categorie più anziane, da Over 40 in su. In ogni caso i nostri azzurri sono pronti, forti della buona esperienza dello scorso anno. Ecco la formazione agli ordini di coach Franco Giuliani:
Italia Over 70 – Claudio Cavallini, Nino Comelli, Augusto D’Amico, Dino Rama, Peppe Vento, Pino Maresca, Claudio Turra, Pino Zanardi, Giorgio Cedolini, Giorgio M. Bortolozzi, Paolo Gambardella.

Subito dopo – domattina -  toccherà alla nazionale Over 45, che sarà opposta alla Lituania. La Over 45 è la formazione azzurra che ha raccolto più allori nelle varie competizioni internazionali Fimba. Pensate che dal 2009 fino allo scorso anno non ha mai perso una partita, collezionando titoli europei e mondiali a raffica.

Montenegro amaro - Poi, però, lo scorso anno ai mondiali di Montecatini, opposta ai forti atleti del Montenegro, incapparono in una inattesa sconfitta, che pregiudicò la strada p0er le medaglie. Dopo avere ingollato un Montenegro che più amaro di così non si può, quest’anno la squadra è decisa a risalire la china. La squadra, già buona, si è rinforzata grazie all’arrivo di ‘Lupo’ Rossini, dirigente Armani EA7 reduce da una stagione brillante culminata nello scudetto n. 28. La Lituania, in ogni caso, è avversaria ostica. In 10 anni di attività in qualità di addetto stampa, non ricordiamo una sola partita facile di una nostra rappresentativa contro la Lituania.

Ecco la formazione degli azzurri Over 45, guidata in panchina da coach Andrea Nobili:
Italia Over 45: Pino Corvo, Francesco Donati, Angelo Antonucci, Gei Gei Capone, Sly Gray, Eduardo Mazzella, Alejandro Gomes, Cristiano Grappasonni, Luca Allegrini, Alberto ‘Lupo’ Rossini.

Domenica saranno quattro le formazioni italiane in campo. Apre la giornata la nazionale Over 65, alle prese con la Russia. Inutile dire che sarà un confronto duro. E’ anche vero che la squadra si presenta rafforzata rispetto allo scorso anno. Peccato solo che all’ultimo momento Ciucci Devetag abbia dovuto dare forfait.

Più semplice, almeno sulla carta, è la gara della nazionale Over 50 di coach Alberto Bucci, che sarà opposta alla Cecoslovacchia A. Gli ‘azzurroni’ Over 50 esibirono lo scorso anno un basket non solo efficace, ma anche spettacolare, una gioia per gli occhi, e conquistarono meritatamente il titolo mondiale. Ora devono confermarsi.  

Mario, Boni, colpo grosso - La terza squadra azzurra in campo domenica  è la nazionale Over 55 “Pegaso” di Giordano, che giocherà contro la Grecia. Giordano ha fatto il colpo grosso ingaggiando Mario Boni, reduce da due titoli mondiali con la ‘Over 50’. Sulla carta questa nazionale, allestita a Roma, ha buone possibilità di superare il primo ostacolo.

Conclude la laboriosa domenica azzurra la nazionale Over 60 vice-campione del mondo lo scorso anno a Montecatini, che giocherà contro l’Austria. La squadra è stata ben preparata da coach Paolo Casalini, e non dovrebbe avere grossi problemi a disfarsi degli austriaci.
mario natucci