Le nazionali - Entra nel vivo il FIBA ASIA Challenge con i quarti di finale

17.09.2016 16:41 di Simone Sperduto  articolo letto 99 volte
Le nazionali - Entra nel vivo il FIBA ASIA Challenge con i quarti di finale

FIBA ASIA Challenge: ecco i quarti di finale. Gara molto bella e avvincente quella che vede la Corea del Sud superare 70-69 Taipei che deve dare il tutto per tutto per cercare di entrare nella top 5 finale. Regna l’equilibrio tra le due nazionali sino agli ultimi secondi . La Corea segna il punto decisivo a quatrro secondi dal termine grazie al libero realizzato da JongKyu.  La chiave per la vittoria degli uomini di Hur Jae è stata la compattezza di squadra condita dai 21  assist totali. La Corea del Sud incontrerà l’Iraq in semifinale.

         

L’Iran ancora una volta demolisce sul piano del gioco la propria avversaria. L’India che aveva giocato bene fino  a questo momento si arrende 47-77 dopo una gara letteralmente a senso unico. Sahakian (Iran)è il miglior marcatore della gara con 23 punti mentre capitan Hadadi l’MVP con 17 punti e ben 23 rimbalzi. Gli uomini di Bauermann se la vedranno contro la Giordania in semifinale.

Clamoroso quello che accade in Iraq-Cina: 85-79 con un ultimo quarto da cineteca per l’Iraq, soprattutto sul piano difensivo (solo 16 punti concessi agli avversari). È botta e risposta tra Galloway (Iraq, 26 punti e 13 rimbalzi) e Yuan (Cina, 26 punti ma solo 1 rimbalzo). Cina in serata no con solo il 31% di realizzazione dal tiro da due (8 su 26 tentativi) ma tenuta a galla dalle triple 19/37 anche se non è bastato. Completamente fuori dalla partita, ingabbiato molto bene dalle marcature avversarie l’anima della Cina Hu (solo 10 punti).  

Grandissima sorpresa nell’ultima gara della giornata con la Giordania che batte 87-80 il Giappone. La gara è molto equilibrata ma la Giordania ha dalla propria parte Tucker che indovina una serata pazzesca:  in 38 minuti il naturalizzato giordano segna 36 punti, raccoglie 9 rimbalzi e offre sette assist. Miglior prestazione del torneo in assoluto finora.