NBA Sundays: i Warriors in missione nella tana dei Timberwolves

Domenica 11 marzo in diretta dalle 20.30 su Sky Sport 3 e su NBA League Pass
10.03.2018 11:11 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 104 volte
NBA Sundays: i Warriors in missione nella tana dei Timberwolves

L’appuntamento di questa settimana con le NBA Sundays, le partite domenicali della NBA in prima serata per l’Europa, vede i Minnesota Timberwolves ospitare i Golden State Warriors al Target Center, con diretta domenica 11 marzo a partire dalle 20.30 su Sky Sport 3 e su NBA League Pass.

• Minnesota Timberwolves: I Timberwolves sono ancora in corsa per raggiungere i playoff e per far registrare la loro miglior regular season dal 2004, ma il recente infortunio al ginocchio di Jimmy Butler potrebbe complicare le cose. Il quattro volte All-Star, che si è detto convinto di riuscire a tornare in tempo per i playoff, è stato determinante in questa stagione per Minnesota, al punto che la squadra ha già vinto sette gare in più rispetto allo scorso anno. Con Karl-Anthony Towns, Andrew Wiggins e Jeff Teague, Minnesota proverà a tenere il passo nella Western Conference, dove soltanto quattro vittorie separano il terzo posto dal decimo. Towns, che ha preso parte in questa stagione al suo primo All-Star Game, è quarto nella classifica dei migliori rimbalzisti della NBA (12.2 rpg) ed è il secondo miglior realizzatore della sua squadra (20.3 ppg). L’arrivo di Butler ha significato meno palloni giocabili per Wiggins, attualmente terzo nella classifica dei marcatori del team (17.9 ppg). Teague, alla sua prima stagione con Minnesota, si sta rivelando molto affidabile e guida la squadra per assist (6.9 apg).

• Golden State Warriors: I Warriors, a differenza delle scorse stagioni, non stanno dominando la regular season, soprattutto perché nella Western Conference gli Houston Rockets sono diventati ormai una minaccia concreta. Ciò nonostante, tutto lascia pensare che i Warriors potranno fare molta strada durante i playoff. Nonostante la poca profondità del roster, il quartetto di All-Star composto da Stephen Curry, Kevin Durant, Draymond Green e Klay Thompson resta il più completo e versatile della Lega. Quando in condizione, Curry ha giocato a livelli da MVP. Così è stato anche per Durant, che è diventato inoltre uno dei migliori difensori della NBA. Le qualità difensive e di impostazione del gioco di Green sono di primo livello, mentre Thompson è uno dei migliori tiratori della sua generazione. Considerate anche la calma e la fermezza di coach Steve Kerr, non è difficile pensare che i Warriors possano vincere il loro terzo titolo in quattro stagioni. La panchina ha un’età media un po’ più alta ed è meno equilibrata, ma Andre Iguodala e Shaun Livingston sono alternative ancora molto affidabili. Anche David West sta offrendo delle ottime prestazioni nei minuti in cui è sul parquet. Il rookie Jordan Bell, rientrato in campo di recente dopo aver recuperato da un infortunio alla caviglia, potrebbe diventare fondamentale nella post season, grazie alla sua grande adattabilità in difesa.

• Leader di squadra Timberwolves: Jimmy Butler (22.2 ppg); Karl-Anthony Towns (12.2 rpg); Jeff Teague (6.9 apg)

• Leader di squadra Warriors: Kevin Durant (26.4 ppg); Draymond Green (7.9 rpg); Draymond Green (7.4 apg)

• Precedenti in stagione: I Warriors hanno vinto le prime due sfide stagionali contro i Timberwolves. Nella scorsa stagione il bilancio è stato di 3-1 in favore di Golden State.

• Chiave del match: Nella vittoria del 25 gennaio contro i Timberwolves per 126-113, i Warriors hanno stabilito un record stagionale con 21 triple realizzate. Durant ha fatto registrare un 6/9 dalla lunga distanza, concludendo il match con 28 punti, 11 assist e 10 rimbalzi. I Timberwolves, privi di Jimmy Butler, si sono aggrappati ai 31 punti di Karl-Anthony Towns. Con Towns Minnesota ha un vantaggio sotto canestro, ma, come ammesso da Towns stesso al termine della scorsa sfida, è difficile controbattere a dei canestri da tre punti con le giocate da dentro l’arco.

• Lo sapevi? Il coach dei Timberwolves, Tom Thibodeau, è stato assistant coach della nazionale statunitense dal 2014 al 2016. Di quella squadra hanno fatto parte Kevin Durant, Klay Thompson e Draymond Green, che hanno conquistato la medaglia d’oro in occasione delle Olimpiadi del 2016. La squadra che ha trionfato alla FIBA World Cup 2014, invece, vedeva tra le sue fila Stephen Curry e Thompson … L’assistant coach dei Warriors Ron Adams, ha ricoperto lo stesso incarico sotto Thibodeau ai Chicago Bulls per tre stagioni (2010-2013) … La guardia dei Timberwolves Jamal Crawford ha giocato 54 partite (tutte da titolare) con Golden State nella stagione 2008-09, registrando 19.7 punti, 4.4 assist e 3.3 rimbalzi in 38.6 minuti di media a partita.