NBA Sundays: i Bucks ospitano in prima serata gli Spurs per una sfida dal sapore di playoff

24.03.2018 17:31 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 113 volte
NBA Sundays: i Bucks ospitano in prima serata gli Spurs per una sfida dal sapore di playoff

L’appuntamento di questa settimana con le NBA Sundays, le partite domenicali della NBA in prima serata per l’Europa, vede i Milwaukee Bucks ospitare i San Antonio Spurs al BMO Harris Bradley Center, con diretta domenica 25 marzo a partire dalle 21.30 su Sky Sport 3 e su NBA League Pass.

• Milwaukee Bucks: Grazie a una stagione da MVP di Antetokounmpo, i Bucks sono ancora una volta in lizza per partecipare ai playoff. Dopo una grande annata 2016/17, conclusasi con il suo primo All-Star e con il premio di Most Improved Player, il greco guida i Bucks per punti, rimbalzi e assist. Khris Middleton sta vivendo la sua miglior stagione con i Bucks, viaggiando a una media di oltre 20 punti a partita e dimostrando, inoltre, di essere un difensore molto affidabile. La trade per Eric Bledsoe ha portato a Milwaukee un playmaker esperto, alleggerendo Antetokounmpo di qualche responsabilità. Malcom Brogdon, NBA Rookie of the Year 2016-17, è fuori dal primo di febbraio a causa di un infortunio al quadricipite. In compenso è tornato disponibile Jabari Parker, che ha realizzato 11.5 punti di media in 21 partite partendo dalla panchina.

• San Antonio Spurs: Gli Spurs, nonostante la pesante assenza di Kawhi Leonard da inizio stagione, sono in corsa per un posto nei playoff, grazie soprattutto alle prestazioni di LaMarcus Aldridge. Dopo essersi confrontato in estate con Gregg Popovich su quale sarebbe dovuto essere il suo ruolo, Aldridge è diventato il giocatore che tutti si aspettavano di vedere dal suo arrivo agli Spurs nel 2015. Il trentaduenne, nominato All-Star per la sesta volta in questa stagione, guida la squadra per punti e rimbalzi. Gli infortuni occorsi ai veterani Tony Parker e Rudy Gay hanno permesso ai giovani della squadra di guadagnarsi spazio. Dejounte Murray, al suo secondo anno in NBA, è ormai una presenza fissa in quintetto e sta mettendo in mostra tutto il suo potenziale, mentre Kyle Anderson ha disputato 58 partite da titolare al posto di Leonard. Gli esperti Paul Gasol e Manu Ginobili, invece, continuano a essere costanti e affidabili. Il destino stagionale degli Spurs dipende dal rientro di Leonard: con il due volte NBA Defensive Player of the Year in condizione, San Antonio può competere contro chiunque.    

• Leader di squadra Bucks: Giannis Antetokounmpo (27.3 ppg); Giannis Antetokounmpo (10.0 rpg); Giannis Antetokounmpo (4.8 apg)

• Leader di squadra Spurs: LaMarcus Aldridge (23.1 ppg); LaMarcus Aldridge (8.4 rpg); Tony Parker (3.9 apg)

• Precedenti in stagione: I Bucks si sono imposti sugli Spurs nel primo match di questa stagione. Nella scorsa il bilancio è stato di una vittoria a testa.

• Chiave del match: Nel primo match stagionale Giannis Antetokounmpo ha totalizzato 28 punti e 12 rimbalzi, permettendo a Milwaukee di sconfiggere San Antonio per 94-87, nel giorno del debutto di Eric Bledsoe con i Bucks. Bledsoe, a parte una rifinitura, non si era mai allenato con Milwaukee, ma si è adattato molto velocemente al talento che lo circondava, chiudendo la partita con 13 punti e un 6/15 al tiro. La fisicità e l’atletismo dei Bucks, specialmente di Antetokounmpo, hanno rappresentato un problema per gli Spurs. San Antonio ha infatti chiuso la partita con 18 palle perse, con LaMarcus Aldridge, inarrestabile nei primi tre quarti di gara, in flessione nel parziale decisivo.

• Lo sapevi? L’head coach ad interim dei Bucks Joe Prunty ha iniziato la sua carriera da allenatore NBA a San Antonio. Ha fatto parte dello staff degli Spurs dal 1996 al 2005, comprese le stagioni 1999, 2003 e 2005 in cui i texani hanno vinto il titolo… Matthew Dellavedova dei Bucks e Patty Mills degli Spurs sono entrambi nati in Australia, hanno frequentato il college St. Mary’s in California e hanno partecipato alle Olimpiadi del 2012 e 2016 con la loro nazionale.