Lo sport unisce: nell'amichevole tra Dinamo e Al Wakrah vince l'amore per la pallacanestro

21.02.2018 00:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 143 volte
Lo sport unisce: nell'amichevole tra Dinamo e Al Wakrah vince l'amore per la pallacanestro

Lo sport unisce il mondo: sotto questo slogan e questo spirito si è disputata questa sera l’amichevole tra la Dinamo Banco di Sardegna e la formazione araba dell’Al Wakrah a Massaied Sports Complex, inserita nel programma dei Sardinia Days. Alle 18 ora locale, le 16 in Italia, le due formazioni si sono incontrate davanti a un centinaio di appassionati e tifosi, tra cui una rappresentanza di tifosi isolani che vivono in Qatar, e le principali istituzioni della Federazione del basket del Qatar, della città di Al Wakrah e del Supreme Commitee.

Sardi in Qatar. Sugli spalti del palazzetto di Al Wakrah presente una rappresentanza di sardi che vivono in Qatar: storie di vita che si incontrano e che hanno portato nella penisola araba una decina di ragazzi, provenienti da tutta la Sardegna, da Sassari a Cagliari passando per Olbia, per ragioni lavorative. In occasione della partita alcuni di loro hanno indossato i vestiti tipici dei loro paesi di provenienza confezionati per l’occasione e sostenuto i biancoblu durante tutta la durata del match.

Istituzioni. Presenti alla partita il Dott. Sakis Batsilas, Executive Director Tournaments Operations & Planning del Supreme Committee for Delivery & Legacy e Chief Operating Officer del Local Organizing Committee Qatar 2022, e Dott. Ahmed Abdul Rahman H. Al-Muftah, Presidente della Qatar Basketball Federation e Director of Finance Department della Qatar Football Association. Prima della palla a due il presidente della Dinamo Stefano Sardara ha omaggiato con regali istituzionali il numero uno della Federazione del Qatar e il Direttore Esecutivo del Supreme Committee.

Il match. Una sfida equilibrata e accesa fin dalla prima frazione: gli uomini di coach Federico Pasquini chiudono avanti al 10’ grazie a una bomba del capitano Devecchi che al 10’ scrive 18-16. Nel secondo quarto i padroni di casa mettono la testa avanti ma sono tre bombe di Tavernari a firmare un break di 9-2 per i sardi e mandare le squadre a riposo sul punteggio di 43-38. Nel secondo tempo i giganti dilagano siglando il vantaggio in doppia cifra. Al 30’ il tabellone dice 73-61 per il Banco. Negli ultimi 10’ gli uomini di coach Ihah Jahal accorciano le distanze, ma i biancoblu danno la zampata finale per vincere il match. Al Massaied Sports Complex Devecchi e compagni vincono 98-85 ma a trionfare è lo sport, la pallacanestro come ponte tra nazioni e continenti diversi.

Premiazione e terzo tempo. Al termine del match i presidenti delle due formazioni si sono scambiati la targa celebrativa di un evento unico. La Dinamo Banco di Sardegna è la prima realtà cestistica italiana e tra le prime in Europa ad aver varcato i confini del vecchio continente affacciandosi sul Qatar, un paese che sta investendo tanto nello sport. Lo sport e la pallacanestro quindi come ponte tra continenti diversi, popoli diversi accomunati dalla passione e da quei principi che fondano l’ambizione sportiva. Al termine del match le due squadre hanno celebrato il classico terzo tempo con una cena tutti insieme a base di piatti tipici del Qatar, in un clima di grande convivialità e amicizia. Significativa la torta che il club arabo ha fatto realizzare: nell’imponente dolce rappresentate la bandiera italiana e quella del Qatar sotto la scritta in italiano e arabo “Lo sport unisce il mondo”. Da oggi l’Italia e la Sardegna sono ancora più vicine al Qatar.