Giovedì 19 aprile alle 20 proiezione di 'Tutto il Palazzo. Bologna 2156: ritorno a Basket City – La grande storia del PalaDozza'

16.04.2018 17:44 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 180 volte
Giovedì 19 aprile alle 20 proiezione di 'Tutto il Palazzo. Bologna 2156: ritorno a Basket City – La grande storia del PalaDozza'

Dagli anni ’50 ad oggi il PalaDozza è stato testimone della storia di Bologna, dalla grande stagione del basket ai concerti di artisti nazionali e internazionali, spettacoli, comizi e manifestazioni. Occasione per rivivere la memoria del Palazzo, emozionarsi con i ricordi del passato, analizzare il presente e andare alla scoperta dei tanti progetti che rivoluzioneranno il PalazzoDozza, sarà la serata di giovedì 19 aprile. Alle ore 20 il Palazzo dello sport di piazza Azzarita ospiterà: “Un nuovo PalaDozza, tra passato, presente e futuro”. Il clou della serata sarà la proiezione, in anteprima, di "Tutto il Palazzo. Bologna 2156: ritorno a Basket City – La grande storia del PalaDozza", il film di Paolo Muran ed Emilio Marrese, interpretato da Vito e Bob Messini. Per partecipare ricevendo l’invito bisogna registrarsi su www.bolognawelcome.com Quale futuro per il PalaDozza? Sport, musica, incontri e convegni animeranno la grande Arena del centro della città, che sarà il cuore di una nuova centralità sportiva, turistico-culturale e commerciale di estremo valore, capace di comunicare a livello nazionale e internazionale il ruolo di Bologna. Tra i prossimi progetti, la realizzazione di un Museo digitale sulla storia del Palazzo dello sport e del basket che metterà a disposizione dei visitatori la storia architettonica del complesso ripercorrendo la gloriosa storia del basket, a partire da quello bolognese. La progettazione del Museo sarà avviata con un concorso di idee. In quest’ottica di promozione e internazionalizzazione vanno letti anche i recenti lavori di riqualificazione del PalaDozza, iniziati già l’estate scorsa con il completamento dell’impianto di illuminazione e la realizzazione del nuovo parquet, inaugurato il 10 marzo, e che proseguiranno con il pieno efficientamento energetico dell’edificio e il suo consolidamento strutturale.
IL FILM. Bologna, Anno 2156. Il mondo è al buio, la città semi-abbandonata, il vecchio palasport un rudere in zona proibita. In una società che ha vietato per legge lo sport, la musica e ogni forma di sentimento civile, politico e religioso, due stravaganti scienziati tentano di salvare il pianeta trasformando in energia le passioni perdute: quelle emozioni provate dalle loro cavie umane rivivendo i momenti topici nella storia del Palasport di Bologna… L’epopea di Basket City, le scintille del Derby, gli scudetti, i leggendari incontri di boxe e tennis, i trionfi della pallavolo. Ma anche i concerti delle grandi star, gli spettacoli teatrali e gli storici raduni politici. "Tutto il Palazzo" è una divertente e originale docomedy, a metà tra documentario e commedia: un percorso eccitante e commovente nella memoria di una città – di cui il PalaDozza è un organo vitale - ricco di immagini di archivio rare e preziose. Chi non ha mai visto giocare grandi campioni del passato come Schull, Driscoll, Mc Millen o Fultz ne avrà solo in questo modo l'opportunità grazie ai reperti introvabili anche su Youtube.

E lo stesso dicasi per le esibizioni al PalaDozza di Roberto Benigni, Luciano Pavarotti, Lucio Dalla, Francesco Guccini, Bruce Springsteen, Vittorio Gassman, Nino Benvenuti, Francesco Cavicchi, Dante Canè, John McEnroe, Bjorn Borg, Rod Laver, Adriano Panatta, Nicola Pietrangeli e tantissimi altri, senza dimenticare i comizi e i raduni storici politici e religiosi. "Tutto il Palazzo", è prodotto da Paolo Muran Doc in collaborazione con Futura Films e WildLab e con il sostegno di Emilia Romagna Film Commission, Comune di Bologna, Bologna Welcome, Cineteca di Bologna, Lega Basket, Camst, Coop Alleanza 3.0, FinSalute, Bologna Fiere, Ascom, Lavoropiù, Unipol Banca, Società Dolce, LegaCoop, Amaro Montenegro, Olio Cuore. Aeroporto Marconi, Prep, Philips ed Edizioni Minerva. All'organizzazione della serata – curata da Laboratorio delle Idee - contribuiscono Granarolo, Volvo Auto Bologna, Radio Sata, Lavoropiù, Cotabo, Tper, Ascom e Radio Bologna Uno, media partner, che trasmetterà l’evento in diretta (e la versione radiodramma del film).