Lega A - L'incantesimo di Torino è rimasto negli spogliatoi di Firenze

01.04.2018 10:48 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 398 volte
Lega A - L'incantesimo di Torino è rimasto negli spogliatoi di Firenze

Due vittorie nelle ultime nove, per di più ottenute contro i due fanalini di coda del campionato, Capo d'Orlando e Pesaro. La ricetta del filtro magico che aveva trasformato il blackout del dopo Banchi nella meravigliosa sirena di Coppa Italia è andata perduta. Galbiati è sceso dal piedistallo della new wave tecnica, Vander Blue è tornato ad essere l'incostante player della NBA, Garrett e Wsshington si sono rimessi a fare gli splendidi soliti, la difesa è tornata ad essere un optional.

Nessun club vincitore del trofeo invernale è arrivato, come sarebbe per la Fiat Torino se il campionato finisse oggi, a farsi escludere sul campo dalla fase che assegna lo scudetto, neppure Verona, che vinse la Coppa nel 1991 partendo dalla A2. L'unico precedente è la Treviso del caso Lorbek: nel 2007 vinse la Coppa Italia, ma perse i playoff causa la penalizzazione di 12 punti.

Urge telefonare ai custodi del Pala Mandela Forum per scoprire se una fialetta del magico incanto sia rimasta negli spogliatoi? Paolo Galbiati: "Ci sono ancora dodici punti in palio: se non ci crediamo, è meglio che stiamo a casa tutti quanti. Dopo di che, sappiamo tutti che sarà difficile. Se però c'è qualcuno che non ci vuole provare, alzi la mano e stia a casa".