Lega A - In campo c'è solo Varese: Brescia asfaltata!

11.02.2018 22:40 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 375 volte
Lega A - In campo c'è solo Varese: Brescia asfaltata!

A Masnago la Germani Brescia va incontro a una di quelle serate, nel posticipo serale di serie A, in cui se tutto va storto, può andare anche peggio. Al contrario Varese esce, con la quarta vittoria consecutiva, da quel pericolo di crisi e involuzione che l'aveva compressa a ridosso della zona salvezza, che oggi guarda con quattro sacrosanti punti di vantaggio. E un pelo di disdetta per lo stop di tre settimane del campionato, un peccato dover mantenere la forma così a lungo senza giocare.

Punti sacrosanti perché oggi, Avramovic ha dato il via con due triple al festival del tiro a segno, che i biancorossi hanno integrato con penetrazioni al ferro e tanti liberi guadagnati, mentre la Leonessa faceva acqua da tutte le parti, 63-39 all'intervallo e un "mamma butta la pasta" anticipatodalla mancata reazione dei bresciani. Caja vince il duello tecncio con Diana per ko, la Germani perde la testa della classifica che comunque è molto corta lassù in alto.

 

 

Bomba e 100 punti = PASTEEEEE al prossimo allenamento! |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)

 

La cronaca: L’inizio del match premia la Openjobmetis che si porta sul momentaneo 8 a 2 grazie ad 8 punti consecutivi di un super Avramovic che fa esplodere il quasi tutto esaurito PALA2A. Brescia subisce il contraccolpo e scivola sul -12 (14-2) grazie al 2+1 di Pelle ed alla bomba di Larson, che costringono coach Diana al timeout. La Germani si sblocca, ma Varese non frena e dilaga, a suon di triple, sul 20-6. Landry suona la carica per i suoi, ma al 10′ sono ancora i biancorossi a sorridere: 29-18.
Dopo un avvio equilibrato, il secondo periodo è ancora di stampo varesino con i padroni di casa che sfruttano la verve del “solito” Avramovic per allungare sul +17 (43-26). Il timeout di Diana sblocca i suoi che accorciano con Landry e Moss; questo non spaventa la Openjobmetis che si chiude in difesa e diventa letale in attacco dilagando oltre misura nel risultato del 20′: 63-39.

Landry apre la ripresa con una tripla, contenuta subito dopo da un preciso piazzato di Larson. La scena, però, è tutta di Avramovic che, puntuale, risponde per le rime ad ogni canestro bresciano tenendo gli ospiti sempre a debita distanza. A poco più di 3′ dall’ultimo intervallo arriva anche il +31 (78-47) firmato da Cain, gap che Avramovic allarga ulteriormente. Sugli spalti in festa (bellissima la “ola” partita in maniera del tutto spontanea) arriva, al 30′, il momentaneo 84-56.
Gli ultimi 10′ sono normale amministrazione per la squadra biancorossa che si concede il lusso di giocare l’ultimo minuto e mezzo con Bergamaschi e Parravicini, con il numero 10 classe 2001 che si toglie pure la soddisfazione di firmare, con una tripla precisa, il definitivo 100 a 72.

PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE-GERMANI BASKET BRESCIA:

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Avramovic 29, Pelle 7, Bergamaschi, Natali 6, Vene 8, Parravicini 3, Okoye 18, Tambone 2, Cain 7, Ferrero 9, Larson 11. Coach: Attilio Caja.

Germani Basket Brescia: Moore 6, Hunt 8, Mastellari, L. Vitali 6, Landry 20, Ortner 3, Veronesi, Traini ne, M. Vitali 16, Moss 8, Sacchetti 5. Coach: Andrea Diana.

Arbitri: Sahin – Sardella – Borgo.

Parziali: 29-18; 34-21; 21-17. Progressivi: 29-18; 63-39; 84-56.

Note – T3: 15/32 Varese, 9/27 Brescia; T2: 18/28 Varese, 18/37 Brescia; TL: 19/21 Varese, 9/14 Brescia. Rimbalzi: 46 Varese (Okoye 11), 21 Brescia (Hunt, L. Vitali e Sacchetti 4); Assist: 23 Varese (Larson 5), 13 Brescia (L. Vitali 9).