L'Orlandina vince l'amichevole in memoria di Rolando Howell. Una Varese sprecona e confusa, soffre Berzins e va al tappeto

22.09.2016 22:25 di Alessandro Palermo  articolo letto 2095 volte
L'Orlandina vince l'amichevole in memoria di Rolando Howell. Una Varese sprecona e confusa, soffre Berzins e va al tappeto

Antipasto di Serie A, in campo al "Lino Oldrini" di Masnago si sfidano Openjobmetis Varese-Betaland Capo d'Orlando, match amichevole in memoria di Rolando Howell. L'atleta - tragicamente scomparso qualche mese fa - ha giocato per entrambe le società, lasciando un bellissimo ricordo. Di seguito riportiamo la cronaca LIVE del match appena terminato:

PRIMO QUARTO
Capo d'Orlando rompe subito il ghiaccio con la tripla di, manco a dirlo, Drake Diener che conferma di non aver perso le buone abitudini. I primi due punti dei padroni di casa vengono dalle mani di Eric Maynor, tornato in biancorosso dopo l'esperienza russa al Nizhny Novgorod. Per i primi cinque minuti è un'unica battaglia tra Maynor e Diener, i quali fanno a gara a chi ne mette di più.

SECONDO QUARTO
Diener continua come aveva iniziato il primo quarto e spara un'altra tripla, la quinta della sua partita, arrivando a quota 15 dopo appena undici minuti di gioco. L'Orlandina chiama time-out dopo un fallo molto duro di uno scatenato Drake Diener, siciliani in vantaggio 29-24. Varese sembra imballata, ospiti molto più dinamici. Al rientro in campo Anosike prima e Cavaliero poi (da tre) pareggiano i conti. 29-29 al sedicesimo minuto di gioco. La Openjobmetis, dopo una partenza a diesel, pare essersi ripresa e grazie ai canestri di Maynor ed Avramovic si porta sul +5 (36-31), massimo vantaggio. Uno splendido contropiede di Berzins, dopo un pallone rubato con astuzia, porta i "paladini" sul -1. Seconda amnesia difensiva consecutiva per i padroni di casa. Gran giocata dell'ala lettone, che subisce anche il fallo di Daniele Cavaliero ma non ne approfitta, sbagliando il libero aggiuntivo. Ospiti molto aggressivi sul possesso palla biancorosso, con il pubblico di casa che gradisce poco la foga avversaria, ritenuta oltre i limiti del consentito. Nel frattempo, da una parte, Melvin Johnson continua a litigare col canestro; dall'altra Berzins commette tre falli nel giro di pochi minuti ed è già costretto a tornare in panchina. Una tripla di Fitipaldo consente agli ospiti di pareggiare a dieci secondi dalla fine del primo tempo (38-38).

TERZO QUARTO
​​Giocata spettacolare di Fitipaldo che, lanciato a canestro, decide si servire Diener anzichè concludere. Assist dietro la schiena e difesa locale beffata. Applausi anche dal pubblico biancorosso. Dopo qualche banale errore, Johnson trova finalmente la via del canestro siglando 5 punti in pochi secondi. Orlandina ancor più aggressiva del primo tempo, emblematico il fallo antisportivo fischiato a Fitipaldo. Al terzo minuto arriva la giocata della partita, anzi la doppia giocata: Norvel Pelle cancella l'attacco ospite con due stoppate in una singola azione. Pubblico in visibilio. Gioia, però, che dura poco per il rimbalzone offensivo preso da Delas, il quale serve Archie per la schiacciata e per la tripla di Berzins (57-58). Entusiasmo ospite spento dalla reazione biancorossa, Kangur dall'angolo - lasciato completamente solo - ha tutto il tempo di prendere la mira e mettere la tripla del 62-58. Varese ora da spettacolo, assist no look di Kangur per Cavaliero e vantaggio consolidato. L'estone adesso non si ferma più, tripla del 68-64 ed ovazione del "Lino Oldrini". Sulla sirena, però, un ottimo Berzins piazza la bomba del -1.

QUARTO QUARTO
​Continua il momento di grazia di Kangur, tripla e quattordicesimo punto per lui (71-73) con oltre sette minuti da giocare. Delas, nel pitturato, continua a fare ciò che vuole, Anosike in difficoltà sul lungo croato. OJM in balia della Betaland, a metà quarto è +7 per gli ospiti (undicesimo punto di Archie). A 4:24 dalla fine esce uno "zoppicante" Eyenga. Per gli ospiti esce Berzins, tra i migliori dei suoi, per il quarto fallo speso. Dopo la girandola dei cambi, le due squadre si "scambiano" due triple a testa nel giro di sessanta secondi. Fitipaldo e Diener per gli ospiti, Campani e Johnson per i locali. A due minuti dall'ultima sirena Capo conduce 86 a 83. Niente di serio per "Air Congo" che fa ritorno in campo anche se non sempra al 100%. Qualche secondo dopo, a smentirci subito, Eyenga vola in cielo a stoppare l'offensiva ospite. Dall'altra parte del campo ennesima tripla sbagliata (di molto) da parte di un arrugginito Johnson. I biancorossi hanno l'occasione di pareggiare ma i siciliani portano a casa il match grazie ad un'ottima difesa nel finale. Berzins, in contropiede, sigilla il risultato. A vincere è, come detto, Capo d'Orlando 91 a 86. Vittoria meritata per i "paladini".

L'MVP SECONDO PIANETABASKET.COM
Janis Berzins (Orlandina).