FIBA Europe Cup – Sidigas sgasata, impatta sulla sirena

Pareggio rocambolesco per Avellino nell’esordio in Fiba Europe Cup. Fesenko (24 punti) la salva sulla sirena. Sotto tono i big Filloy, Rich e Leunen.
07.03.2018 22:45 di Massimo Roca  articolo letto 529 volte
FIBA Europe Cup – Sidigas sgasata, impatta sulla sirena

Esordio sotto tono e per pochi intimi quello della Sidigas Avellino in Fiba Europe Cup contro lo Tsmoki Minsk. Da salvare gli ultimi cinque minuti ed il risultato, un insolito pareggio (70-70) permesso dal regolamento che spalma la sfida sul doppio incontro. Nel ritorno del prossimo 14 marzo nella splendida Minsk Arena da 15 mila posti servirà un’altra Sidigas per avere ragione di una Tsmoki che complessivamente ha gettato via una grande occasione. Sul +13 al 31’ (45-58) i bielorussi hanno avuto un po’ di braccino e di frenesia di troppo, forse meravigliati da cotanta grazia concessa dai biancoverdi. Vuoto il PalaDelMauro, svuotata la Sidigas nei suoi elementi migliori. Un Rich nervoso ha chiuso anzitempo con 5 falli  sparacchiando dal campo un 6/17, Filloy ha fatto anche peggio (0/8) e Leunen non è pervenuto. Ci ha messo più di una pezza Fesenko. Il centro ucraino ha sentito aria di derby. Ventiquattro punti con 10/12 ed il canestro del pareggio non sono però serviti a sfatare una regola che si sta consolidando: le prestazioni importanti del centro coincidono poche volte con successi dei biancoverdi. A raddrizzare la barca negli ultimi cinque minuti, gli elementi sotto la lente d’ingrandimento: Fitipaldo con 5 punti e Wells con una tripla pesantissima tengono aperta la porta dell’Europa.   

 

SIDIGAS AVELLINO – TSMOKI MINSK: 70-70 (17-18; 15-12; 13-25; 25-15)

Sidigas Avellino: Zerini 7, Wells 13, Bianco n.e., Fitipaldo 7, Lawal n.e., Leunen, Scrubb 4, Filloy, D’Ercole 2, Rich 13, Fesenko 24, Parlato n.e. Coach: Sacripanti

Tsomoki Minsk: Saddler 10, Adamovic 7, Trastsinetski, Salash 5, Meshcharakou, Beliankou, Vashchevich, Czerapowicz 8, Kudrautsau 8, Paliashchuk, Kravish 16, Gray 16.  Coach: Krutikov.

Arbitri: Hrusa (Cze), Karakatsounis (Gre), Karabilecen (Tur).