EuroLeague - Milano vince in rimonta a Bamberga: prima sconfitta casalinga per coach Banchi

Finisce 78-83 alla Brose Arena. Quarto periodo notevole per gli uomini di coach Pianigiani, che tornano a vincere in Eurolega dopo tre sconfitte consecutive
29.03.2018 22:00 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 2354 volte
EuroLeague - Milano vince in rimonta a Bamberga: prima sconfitta casalinga per coach Banchi

Primo insuccesso casalingo per il Bamberg nell’era di coach Banchi, che esce sconfitto dalla speciale gara contro coach Pianigiani (il suo capo allenatore a Siena dal 2006 al 2012) e l’Olimpia. È la decima vittoria in Eurolega per la compagine meneghina, capace di espugnare un parquet ostico in occasione della sua ultima trasferta fuori dai confini italici. Il primo quarto di Milano è ottimo dal punto di vista offensivo (28 punti a referto), poi i tedeschi accorciano nel secondo periodo (43 pari all’intervallo) e sorpassano nella ripresa per il +4 al trentesimo. L’Armani Exchange, però, cambia l’inerzia del match nel corso dell’ultima frazione, mostrando una difesa ruvida (solo 14 punti concessi in 10 minuti) e un’incoraggiante lucidità nelle azioni salienti. Il mattatore della rimonta biancorossa è Bertans, autore di due triple e di un canestro dalla media in un momento chiave dell’incontro. Gudaitis, come spesso accade, è il più solido con 12 punti, 6 rimbalzi, 2 stoppate e tanta qualità difensiva. Gara a due facce per Micov, che brilla nel primo tempo ma peggiora dopo l’intervallo (14 punti totali per lui); da sottolineare anche i 14 punti di M’Baye e i 12 (con 4 rimbalzi e 2 assist) di Cinciarini. Dall’altra parte, il migliore è nettamente l’ex di turno Hackett con 17 punti e 7 falli subiti.

🚫  was having none of that!

— EuroLeague (@EuroLeague)

La cronaca live del match: 

IL PRIMO QUARTO – Goudelock si sblocca in EuroLeague con la tripla del 3-0. Musli schiaccia ringraziando la difesa milanese, Micov risponde in penetrazione e Cinciarini, da tre, firma il 2-8 Olimpia a 7’ dalla fine della frazione. Dopo il gran canestro in entrata di Kuzminskas, coach Banchi chiama subito timeout. Il guizzo di Musli e l’and-one di Hackett sbloccano i tedeschi, Micov buca la retina dall’arco e Wright replica con la stessa moneta. Quindi Hackett ricuce dalla lunetta, Gudaitis (su rimbalzo d’attacco) firma un 2+1, Micov realizza buttandosi dentro e Wright converte un’altra tripla grazie a un bell’assist di Lo. Poi la tripla di Jerrells riporta l’Armani a +7, Hackett scrive 3 dall’angolo e Rubit scuote i suoi con un 2+1 (23-25). Infine, M’Baye entra in gara sfruttando la disattenta difesa del Bamberg: la tripla quasi allo scadere è sua e i lombardi sono avanti 23-28 al decimo.

IL SECONDO QUARTO – La tripla di Staiger, arrivata dopo una grande circolazione di palla dei tedeschi, apre la frazione e Radosevic pareggia i conti a quota 28: timeout chiamato da coach Pianigiani. M’Baye segna dalla media, i padroni di casa vanno per un attimo a +2 e Theodore replica. Radosevic riporta il Bamberg con la testa avanti, Hickman non trema dalla lunetta e Musli spazza via M’Baye con una schiacciata: l’Olimpia, sotto di quattro lunghezze, è in difficoltà per la prima volta in questa gara a poco meno di 4 minuti dalla fine del periodo. Hickman porta i suoi sul +7, Cinciarini accorcia da sotto e M’Baye, con energia, firma l’and-one per il -2 (41-39, 1’47’’). Godelock, successivamente, pareggia e sorpassa con un paio di canestri consecutivi. I liberi di Hackett chiudono la seconda frazione: 43-43 all’intervallo.

IL TERZO QUARTO – Cinciarini segna da due, Kuzminskas annulla i liberi avversari e Gudaitis firma il 45-49. Ecco la reazione di Hickman accorcia, Rubit fa 1/2 e poi segna da sotto per il +1. L’Armani torna avanti grazie alla tripla di un ottimo Cinciarini, che poco dopo serve un grande assist per Gudaitis (52-54); quindi Radosevic realizza da sotto e sfrutta l’assist di Lo per siglare il +2 a 2’45’’ dalla fine della frazione. La difesa dell’Olimpia, successivamente, si addormenta e Radosevic schiaccia a due mani: 58-54 (2’19’’). Il Bamberg tocca il +6 con Rubit, Jerrells ricuce in entrata, Musli scrive 2 e Jerrells risponde immediatamente. M’Baye, infine, segna con il fallo ma sbaglia il libero: 64-60 per i padroni di casa al trentesimo.

IL QUARTO QUARTO – Micov accorcia a -3 con un incredibile and-one contro Hackett, M’Baye fa lo stesso e il punteggio è fermo a quota 66 con 7’44’’ sul cronometro. Quindi Mitrovic segna uno splendido canestro in controtempo, Hackett converte il 2+1 del 71-66 e Bertans buca la retina dall’arco. Poi il taglio di Hackett sorprende la difesa di Milano, ma Jerrells ricuce a -2 e Gudaitis realizza col fallo contro Musli (quarto fallo): 73-74 Olimpia a 4’41’’ dalla fine. Il gran momento biancorosso prosegue con un’altra tripla di Bertans (+4), che costringe coach Banchi a chiamare un timeout. In uscita, Gudaitis stoppa Hackett e schiaccia il 73-79; Hickman sblocca il Bamberg in penetrazione, Bertans fa ancora canestro (2’40’’) e Radosevic corregge l’errore di Lo. Radosevic fa 1/2 dai liberi, Micov segna sull’assist di Jerrells dalla rimessa (meno di 1’ dalla fine), Nikolic fa airball e l’Armani può festeggiare: vittoria con il punteggio di 78-83.

QUI la sala stampa di coach Pianigiani

QUI la sala stampa di coach Banchi

QUI le dichiarazioni di Arturas Gudaitis, centro dell'Olimpia Milano 

EuroLeague, Round 29: Brose Bamberg – AX Armani Exchange Olimpia Milano 78-83 (23-28, 20-15, 21-17, 14-23)

Bamberga: Hackett 17, Hickman 11, Wright 6, Zisis n.e., Nikolic 0, Staiger 3, Mitrovic 2, Lo 4, Olinde n.e., Rubit 12, Musli 10, Radosevic 13.

Milano: Goudelock 7, Micov 14, Pascolo 0, Tarczewski 2, Kuzminskas 4, Cinciarini 12, Abass n.e., M’Baye 13, Theodore 2, Bertans 8, Jerrells 9, Gudaitis 12.