EuroCup - Recalcati vince la prima: Torino spreca il +18 ma supera il Lyetuvos Rytas la cronaca

17.01.2018 22:58 di Pietro Battaglia  articolo letto 800 volte
EuroCup - Recalcati vince la prima: Torino spreca il +18 ma supera il Lyetuvos Rytas la cronaca

La Fiat batte il Lietuvos Rytas con il debutto di coach Recalcati in panchina. Dopo un ottimo primo tempo che vale il +18 Torino subisce la rimonta dei lituani fino al -2, ma regge l’impatto e riallunga nel finale.

La partita

Situazione ambientale strana a Parco Ruffini, con tante chiacchiere in tribuna sull’addio di Banchi, salutato e ringraziato da uno striscione sollevato in curva (nonchè citato in rappresentazioni di stima da alcuni settori che sventolano fogli A4 con scritto "Io sto con Banchi"). C'è inoltre perla prima volta un gruppetto caloroso di una ventina di tifosi baltici.

Recalcati parte con Garrett, Iannuzzi, Mazzola, Patterson e Vujacic, Kurtinaitis invece schiera Butkevicius, Echodas, Kramer, Madgen e Mavrokefalidis.

Si parte con tre minuti a retine inviolate, anche grazie ad una stoppata per parte. Poi, Vujacic smuove lo score con la giocata da quattro punti (tripla con fallo subito) che anima il Ruffini: 4-0. Tuttavia il Lietuvos sorpassa subito affidandosi al suo totem Mavrokefalidis: 4-5. Ad ogni modo continuano a dominare due buone difese e ci pensa Garrett dietro la testa per Washington: 11-4 e time out Kurtinaitis. Non si farma, però, la Fiat che vola a +10 (16-6). I lituani non demordono e risalgono la china in chiusura di prima frazione grazie ai buoni spunti di Giedraitis: 18-14.

Nel secondo periodo si scatena Patterson anche se Vilnius regge: 23-20. Poi Jones segna dall’arco e Iannuzzi delizia il pubblico con il tiro in arretramento del +10 su cui il coach ospite ferma ancora tutto: 30-20. Il minuto di sospensione non ferma l’emorragia rossonera: Patterson e Garrett scrivono 37-22! Questa volta non basta Giedraitis a ricucire e Torino sulle ali di Patterson esce tra applausi scroscianti all’intervallo sul 48-30.

Quando riprendono le ostilità si aggiorna il massimo vantaggio interno (+19), ma gli ospiti dopo due punti di Baron trovano tre volte fortuna dai 6,75 m e dopo soli tre minuti di frazione Recalcati chiama time out (51-41). La Fiat mette una pezza con Patterson e Vujacic (+16) e quando Washington si invola in contropiede sembra già cosa fatta un nuovo allungo, ma l’ala gialloblù sbaglia clamorosamente l’inchiodata e Vilnius si rigetta all’assalto: 57-49. Per l’Auxilium  si aggravano i problemi di falli (4 di Mazzola e 4 di Mbakwe) e ne approfittano i lunghi lituani che banchettano nel pitturato: 61-57. Iannuzzi tiene a galla i suoi, anche se Kramer segna a sua volta. È allora Okeke a scacciare i fantasmi col buzzer beater del 65-59y7 che chiude i primi trenta minuti.

Per il Lietuvos è il momento di concretizzare la rimonta iniziata dal -19 e Mockevicius scrive -2 (65-63). Tuttavia proprio quando l’inerzia soffia tutta da nord ovest Garrett si carica la squadra sulle spalle e riporta la Fiat a distanza di sicurezza: 74-65. Okeke e Vujacic, poi, riaprono la forbice facendo esplodere il Ruffini sull’80-67! Kramer non getta la spugna, ma è tardi. Finisce con la festa del pubblico di casa il debutto di Recalcati: 83-77.

L’Auxilium così chiude il girone di andata delle top 16 con due vittorie ed una sconfitta, a pari merito di Bayern e Zenit. I giochi sono ancora tutti apertissimi.