EuroBasket 2017 - Ettore Messina "Quando hanno alzato la pressione è diventata una partita in salita"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 5754 volte
EuroBasket 2017 - Ettore Messina "Quando hanno alzato la pressione è diventata una partita in salita"

Ettore Messina parla dell'eliminazione al microfono di Flavio Tranquillo su Skysport: "Il dato che riassume la partita è il 44 a 19 a rimbalzo. Uno strapotere fisico dove per lunghi minuti avevamo in ogni posizione meno chili e meno centimetri. E loro hanno appoggiato il gioco su Kuzmic e Marjanovic e lì è diventato veramente difficile. Quello che forse è difficile capire da casa è la differenza è stata pesantissima per i punti che hanno fatto, i falli che hanno subito ed stato così quando in attacco siamo andati noi. Lo sapevamo, abbiamo provato un pò ad opporci usando il fioretto; abbiamo avuto qualche momento buono, ma quando loro hanno alzato la pressione difensiva e la pressione a rimbalzo è stata veramente una partita in salita. 

C'è stato un momento in cui siamo arrivati a -8 e abbiamo avuto un briciolo di inerzia in un momento che poteva diventare complicato per loro (nel secondo tempo, ndr). Lì abbiamo sbagliato due cose in difesa, due tiri in attacco dopoché ci siamo piantati. Bilancio dell'esperienza? La delusione della mancata qualificazione alle Olimpiadi c'è, resterà e non si toglierà. Questa estate la squadra ha fatto delle cose molto egregie pur perdendo giocatori per strada, dimostrando coesione, dignità, impegno. Questa squadra si è spaccata la schiena, non ha mai trovato scuse e ha dato veramente il 100% di quello che poteva dare. Sono grato perché mi hanno permesso di allenarla, mi hanno sopportato come ci si sopporta tra persone vere accettando i difetti degli altri cercando di venirsi incontro. Una esperienza bellissima grazie ai ragazzi, alla Federazione, a uno staff tecnico dentro e fuori dal campo di altissimo livello di cui credo che Meo Sacchetti (prossimo coach azzurro, ndr) potrà beneficiare.

Il futuro? Non è il momento e non ho voglia di analizzare i massimi sistemi. Posso dire che stiamo attraversando un momento in cui si va restringendo il nucleo di giocatori di interesse nazionale e quindi sarebbe il caso di fare una riflessione su questo e vedere se c'è qualche ragazzo giovane di cui possiamo provare ad accelerare la crescita. Sinceramente un discorso troppo difficile per affrontarlo in un momento come questo".