13 squadre azzurre agli Europei di Maxibasket - parte prima

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 948 volte
13 squadre azzurre agli Europei di Maxibasket - parte prima

(di Mario Natucci.) Gli azzurri d’epoca impegnati nella varie categorie stanno rifinendo la preparazione in vista dei Campionati Europei che si svolgeranno fra poco più di due mesi nella bella città slovena di Maribor (22 giugno – 1° luglio).  A due settimane dalla chiusura delle iscrizioni sono trrdici le formazioni che scenderanno in campo in azzurro, dalle ragazze – diciamo così – della categoria Over 40 ai nonni della categoria Over 70 . Mai così tante le squadre italiane iscritte a una manifestazione internazionale di Maxibasket. L’Italia si fa in tredici per difendere il buon nome della Penisola dei canestri e per raccogliere nuovi successi nel Maxibasket dopo quelli conseguiti negli anni scorsi, che sono parecchi.

Una bella tradizione azzurra - Senza contare le medaglie d’argento e di bronzo, negli ultimi 10 anni sono  ben 10 gli ori conquistati nel Maxibasket agli Europei e sette quelli mondiali in varie categorie, da quella Over 40 a quella Over 50 (c’è stato, nell’ormai lontano 2008, anche un oro delle ragazze Over 35). Gli azzurri d’epoca, come è loro compito, dànno il buon esempio, ma gli azzurri effettivi – quelli di coach Sacchetti – non lo seguono, e sono a digiuno di successi dal lontano 1999. Solo gli azzurrini, i vari ‘Under’ riescono a beccare qualche medaglia; poi entrano nei nostri campionati infarciti di stranieri si perdono in tanti. Tra gli azzurrini e gli azzurroni c’è la nazionale azzurra vera, frutto di un campionato di serie A giocato prevalentemente da stranieri. Si può andare avanti così? Ma mi faccia il piacere, direbbe Totò.

A Maribor le squadre iscritte sono finora 137, come dire che la concorrenza è tanta e, a quel che si è visto un anno fa a Montecatini, decisamente agguerrita. Passiamo in rassegna le formazioni italiane cominciando dalle più anziane, Over 70, 65 e 60. A breve presenteremo le altre, che partecipano nelle categorie Over 55, 50 e 45 e le tre formazioni femminili (Over 40,45 e 50).

OVER 70 – Al loro esordio ai mondiali di un anno fa i nostri ‘veci’ (con ben 5 elementi Over 75) si sono classificati quarti alle spalle di Usa, Cile e Brasile, e dunque davanti agli altri Paesi europei. Logico, dunque, che aspirino a conquistare il titolo. Anche quest’anno la squadra comprende giocatori Over 75 Giorgio Cedolini, Peppe Vento, Claudio Turra e Giorgio Bortolozzi, che con 81 anni compiuti è il decano della spedizione azzurra. A rinforzare il reparto dei lunghi sono arrivati Augusto D’Amico (ex grande Ignis) e Pino Maresca. Potrebbe aggiungersi anche Franz Arrigoni, che intende rivolgersi al pranoterapeuta Bob Quercia (anche lui azzurro Over) per ovviare a qualche carenza  fisica. Vedremo se le mani dell’ottimo Bob – ancora buone per segnare - saranno in grado di fare un bel prano-canestro.
L’Italia Over 70, allenata da Franco Giuliani, dovrà vedersela con 7 avversarie: Austria, Estonia, Lettonia, Germania, Slovenia A, Slovenia B, Russia; nel gruppo sono state incluse – sia pure fuori concorso - le due formazioni Over 75 e quella USA.

OVER 65 – La nazionale azzurra, allenata da Tullio Chiocciola, registra perdite importanti (Gianni Trevisan, Alberto Paccapelo) ma anche l’innesto di forze nuove. Dalla Over 60 arriva Umberto Dolce, e da Treviso, dove ha giocato anche di recente nelle ‘minors’ ecco il bomber Mario Cadamuro; anche se ha solo 64 anni, potrà giocare grazie a una clausola del regolamento Fimba che permette di completare il roster con due elementi più giovani di un anno. Inoltre Bob Quercia (anni 70), cui si era interessata la nazionale Over 60, ha deciso di disputare gli Europei nella Over 65 e di prendersi la rivincita dopo gli scorsi mondiali, in gran parte da dimenticare per gli azzurri di questa categoria. La Nazionale dovrà vedersela con cinque avversarie: Germania A, Germania B, Russia A, Russia B e Lituania. Favorita è la Russia A, che schiera parecchi veterani dell’Armata Rossa.

OVER 60 – Dopo un mondiale esaltante, concluso con la medaglia d’argento alle spalle degli Usa, l’Italia non può non aspirare ora alla conquista dell’oro. Purtroppo mancherà il giocatore di maggior classe, che nelle competizioni di Maxibasket aveva colto tanti successi; parliamo di Marco Solfrini, che tutto il basket italiano  ha pianto di recente. La formazione è stata inquadrata nella Società Maxibasket Milano, che ne ha gestito la preparazione e gli allenamenti. Coach è Paolo Casalini. L’Italia è stata inclusa in un gruppo di 14 formazioni, e dovrà vedersela con Austria, Germania A, B e C, Slovenia A e B, Grecia, Serbia, Moldavia, Croazia, Repubblica Ceca  e Lituania. (Continua)

Mario Natucci