Serie C - Winterass Omnia Pavia esulta: «Lorenzo Cugini è italiano»

Ok a naturalizzazione e doppio passaporto, il giocatore bloccato dalla Federbasket torna a giocare
05.04.2017 11:21 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 316 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Winterass Omnia Pavia esulta: «Lorenzo Cugini è italiano»

La sorpresa arriva, per ora ufficiosamente, da Winterass Pavia. Lorenzo Cugini, il fuoriclasse della formazione guidata da Marco Celè, torna a giocare. Sarà sul parquet del PalaRavizza già questa domenica sera, nell’ultimo match della stagione regolare, contro la forte MilanoTre Basket, per un match tutto d’orgoglio, visto che il campionato è concluso ed entrambe le società sono già qualificate per i play off.

Dalla Winterass, ieri, nessun commento, ma Cugini si sta regolarmente allenando e si dà per scontato che il caso sia risolto. Come? La storia è complessa e risale alla decisione delle Federbasket di sospendere i tesseramenti dei giocatori extracomunitari in possesso solo di un permesso di soggiorno provvisorio. Di fatto, gli americani Marshall Henderson e Terris Sifford per l’Edimes, Jovic per Expo Inox Mortara, i due serbi Ilic e Tesovic degli Aironi Robbio in C silver e, appunto, Lorenzo Cugini per Winterass, escono dai giochi. I due dell’Edimes come Jovic per Mortara, se ne sono tornati a casa, Cugini è rimasto in Italia, in attesa di una svolta. Già, perché Cugini ha qualcosa di diverso dagli altri, qualcosa di più: il cognome. “Cugini”, va da sè, non è un cognome statunitense, è italiano.

E così la società di Pavia inizia la procedura per la sua naturalizzazione. Si rintracciano i nonni, pare nel Lazio, si preparano i documenti. L’altro ieri l’ok: Cugini è italiano, doppio passaporto e la possibilità di continuare a giocare. Non come italiano, però, come comunitario... E’ un aspetto un po’ paradossale dei regolamenti del basket italiano: vengono considerati a tutti gli effetti giocatori “italiani” quelli che hanno avuto una formazione sportiva di un certo numero di anni in Italia. Per cui Lorenzo Cugini, italiano per origini e ora per naturalizzazione, non può giocare da “italiano” essendosi formato all’estero. Potrà però giocare in tutte le serie come comunitario, insomma, come se fosse spagnolo o francese.

Al di là delle questioni tecniche e formali, l’aspetto sportivo è il più significativo. Winterass con Cugini in campo torna ad essere la vera squadra da battere, l’unica con “l’americano” (anche italiano). Cugini, ventiquattro anni, due metri d’altezza, cresciuto nel college High Point, si è dimostrato nelle gare dei mesi scorsi decisivo per Winterass, in grado di realizzare in doppia cifra e di esserci sotto canestro. Un giocatore che ha intenzione di farsi notare in serie C gold, con la speranza, ora che è “italiano”, di poter trovare un posto nelle serie superiori, anche perché se Winterass, come possibile, dovesse raggiungere la serie B, potrebbe far giocare, per regolamento, solo atleti italiani. Insomma, Lorenzo Cugini, è il miglior acquisto per la formazione allenata da Marco Celè e guidata da un direttore sportivo di grande esperienza come Gianmarco Bianchi.

FIliberto Mayda