Serie C - Vigevano, parla il neo acquisto Patrizio Verri: «Siamo chiamati a una grande prova d’orgoglio»

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 535 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Vigevano, parla il neo acquisto Patrizio Verri: «Siamo chiamati a una grande prova d’orgoglio»

Patrizio Verri parla chiaro: a Vigevano ci è venuto per vincere. È uno dei giocatori che coach Paolo Piazza ha portato con sé da Pavia (dall’Edimes) ed è già motivato a vincere. Alle spalle ha una carriera di tutto rispetto. Esterno con importanti doti atletiche, Verri può giocare in più ruoli; dalla posizione di guardia a quella di ala grande. Ha iniziano nel settore giovanile della Pallacanestro Reggiana, con la quale ha debuttato nel 2007/2008 a 20 anni in Lega 2. Dopo uno scudetto Under 21 con i colori della Reggiano, ha militato con Firenze nella serie A Dilettanti per tornare in LegAdue con la Reggiana. In anni più recenti ha vestito la maglia di Bologna, Casalpusterlengo, Fiorenzuola e Pavia.

Verri è stato uno dei primi acquisti di Vigevano, a mercato appena aperto, e ha già avuto la possibilità di conoscere la realtà ducale. Il suo obiettivo è migliorare il personale della passata stagione (12,24 punti a parti con high score 23 punti) e vincere il campionato che ai ducali sfugge da due anni per un soffio. A Vigevano è uno dei giocatori più attesi, anche perché la scorsa stagione i ducali hanno potuto apprezzarne le qualità come avversario, dal momento che si è dimostrato uno dei migliori elementi del campionato di serie C Gold.

Vigevano è a detta di tutti una piazza difficile. Come affronta la prossima stagione? «Sono molto carico e non vedo l’ora di iniziare a giocare il prossimo campionato. Conosco bene Vigevano perché l’ho affrontata la scorsa stagione. Credo che sarà una bella avventura».

La squadra è ancora in fase di realizzazione. Per il momento la società si è concentrata soprattutto sul reparto esterni. Cosa si aspetta invece dai lunghi che arriveranno? «Non sono certo io a poter esprimere preferenze in merito al reparto lunghi. Abbiamo già avuto una prima riunione con la società e lo staff e ho avuto l’impressione di una realtà seria. Sono convinto che lo staff dirigenziale e il tecnico sapranno operare la scelte migliori».

L’arrivo a Vigevano non è certo in un momento facile per i giocatori. La squadra ducale ha mancato due promozioni di fila ai play off. Siete chiamati a una grande responsabilità. È una situazione che crea maggiore ansia o motivazione? «Io sono convinto che queste due promozioni mancate ci sproneranno a fare meglio. Secondo me ci motiveranno. Del resto si gioca a pallacanestro anche per questo motivo. L’eventuale riuscita della stagione non dipende solo dai giocatori, ma dall’intero complesso, ma sono ottimista. Anche perché sto vedendo che perché abbiamo una società che mette a disposizione risorse. Anche questo elemento fa sì che sia motivo di orgoglio essere chiamati a una prova del genere».

Andrea Ballone