Serie C - Vigevano, la rabbia di coach Bianchi: «Penalizzati da alcuni episodi»

17.05.2017 09:29 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 329 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Vigevano, la rabbia di coach Bianchi: «Penalizzati da alcuni episodi»

Gli ultimi secondi della gara di sabato sera contro Olginate coach Simone Bianchi se li vede passare continuamente davanti agli occhi. Per il secondo anno consecutivo una manciata di attimi servono a far sfumare il lavoro di un’intera annata con i ragazzi della ForEnergy Vigevano.

«Abbiamo lavorato con impegno tutto l’anno _spiega coach Simone Bianchi _ e perseguivamo un progetto ambizioso, che era quello di salire di categoria. Ora ci vorrà un po’ di tempo per assorbire la sconfitta, anche perché siamo coscienti di non aver fatto quello che dovevamo».
La sconfitta con Olginate ha ancor più il sapore della beffa, dal momento che nelle tre gare delle semifinali dei play off, Vigevano ha perso due volte di 2 punti e una ha vinto di 11.
«Siamo stati davanti _ continua il tecnico _ per la maggior parte del tempo e i nostri avversari ci hanno recuperato sempre nei minuti finali.
In gara-3 poi siamo stati penalizzati da una serie di episodi. Abbiamo preso un antisportivo a 2’50 dalla fine che ci è costato cinque punti. 
L’ultima rimessa dalla quale è scaturito il canestro della vittoria avversaria era palesemente nostra». 
A penalizzare Vigevano anche quest’anno è stata soprattutto l’infermeria. Due tasselli importanti come Tessitore e il capitano Jacopo Pozzi sono venuti a mancare proprio nella gara decisiva. 
«Dopo la vittora contro Omnia avevamo cambiato passo, vincendo una serie di otto fino alla gara con Mortara, persa in malo modo.
Dopo abbiamo avuto una settimana di allenamento che è stata la migliore di tutta la stagione, ma purtroppo è stata l’ultima. Da lì in poi non siamo più riusciti ad allenarci tutti assieme.
Siamo stati tre settimane senza Strotz, poi si è infortunato Mossi, e contemporaneamente Pozzi.
Siamo arrivati in condizioni allucinanti. Venturelli che in gara 2 ha segnato 37 punti, in gara 3 è stato in campo anche se aveva problemi fisici. 
Purtroppo nel migliore momento della nostra stagione, quando abbiamo giocato il miglior basket, una serie di episodi, indipendenti dalla nostra volontà, hanno fatto cambiare i nostri equilibri».
Al momento la squadra non ha ancora ripreso ad allenarsi e la decisione è stata quella di lasciar sbollire la rabbia e la delusione. 
«Per come sono andate le cose _spiega Bianchi _ senza dubbio quest’anno c’è molta più amarezza, anche perché davvero il passaggio del turno ci è sfuggito all’ultimo secondo». La delusione di Simone Bianchi e di tutto lo staff della squadra è grande anche per un’altra, evidente ragione. 
Vigevano è stata ancora una volta la squadra di C gold con il pubblico più caldo, più affezionato, che l’ha seguita in trasferta per sostenerla. 
Un pubblico che a questo punto, per il prossimo anno, chiede che il sogno infranto nel 2017 sia ancora una volta perseguito: il ritorno nella serie superiore sfuggito di pochissimo questa’anno.

Andrea Ballone