Serie C - Vigevano, coach Bianchi: «Con Pizzighettone favoriti sulla carta»

Il coach di Vigevano ha ancora problemi in infermeria: Strotz rientra, resta in forse Pozzi
17.04.2017 10:51 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 135 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Vigevano, coach Bianchi: «Con Pizzighettone favoriti sulla carta»

 I play off si avvicinano e la Pallacanestro Vigevano si prepara al momento più importante della stagione. Terzi in campionato, i gialloblu incontreranno la squadra sesta classificata dell’altro girone lombardo domenica prossima. Sarà, quindi, Pizzighettone l’avversario designato per i ducali, che hanno concluso la stagione regolamentare con una brutta sconfitta casalinga con Cermenate. Ora è il momento di lasciarsi tutto alle spalle e di pensare al futuro. Non dimenticando però quali sono i problemi contingenti per la squadra allenata da Bianchi, cioè le difficoltà di infermeria. 

Simone Bianchi, quale avversario deve aspettarsi Vigevano?
« Già tre turni fa ci aspettavamo di incontrare Pizzighettone. Rispetto a quella che conoscevamo è una formazione molto diversa. Non c’è più Pairone, che ora è a Omnia Pavia. In compenso è arrivato Lebo che è un esterno straniero. Hanno preso Gerli che è il cambio dei lunghi ed è un giocatore di esperienza dal momento che arriva dalla serie B affrontata con la maglia di Trecate. Sempre sotto canestro possono schierare un giocatore grintoso come Pedrini e un playmaker di 1,90 come Roberto che è anche in grado di mettere ordine in campo. In attacco si affideranno a Luca Casali che è un esterno che ha come punto di forza l’uno contro uno».
Vigevano è comunque una squadra di qualità. È arrivata terza, ha il favore del campo e affronterà un’avversaria che si è piazzata al sesto posto. Dovrebbe partire favorita?
«Sulla carta siamo i favoriti, ma ai play off questo non conta molto. Dipende da noi. Dobbiamo iniziare con il giusto piglio e cercare di aggredire l’avversario fin dai primi minuti
. La sua squadra ha poi l’incognita dell’infermeria. Nelle ultime partite ha dovuto fare a meno di giocatori importanti. Com’è la condizione ora?
«Strotz è in una fase di recupero alla caviglia e dovrebbe essere disponibile per i play off, mentre per Pozzi la situazione è un po’ più complicata. Ha rimediato una frattura al piatto tibiale. Guarirà quando la microfrattura si sarà rinsaldata completamente. Per sapere però come sta davvero bisogna attendere la prossima settimana, quando avrà la risonanza magnetica. La prima diagnosi del medico gli dava un tempo di recupero di uno o due mesi, ma per avere un responso definitivo bisogna attendere gli esiti della risonanza magnetica».

Andrea Ballone