Serie C - Pu.Ma. Trading Taranto, il Palafiom è ancora tabù

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 120 volte
Serie C - Pu.Ma. Trading Taranto, il Palafiom è ancora tabù

Niente bis. La Pu.Ma. Trading Basket Taranto non riesce a ripetersi in casa dopo aver interrotto il digiuno di successi una settimana fa a Manfredonia. Al Palafiom, sempre più tabù, passa la Cestistica Ostuni trascinata dall’ex Vanni Laquintana autore di 24 punti nella terz’ultima giornata di regular season. La vittoria è sembrata più volte alla portata del Cus Jonico che dopo una falsa partenza è più volte riuscito a rimettersi in scia agli ospiti, con i canestri di Veccari (22 punti), Fanelli (18) e Fernandez (16) fino anche al -5 nel finale dell’ultimo quarto. Ma nei momenti fondamentali è mancato sempre qualcosa, in attacco o in difesa, per arrivare al sorpasso.

Coach Caricasole alla ricerca del suo 2° successo personale sulla panchina rossoblu aveva cominciato con Gonzalez, Fanelli, Fernandez, Veccari e Mastropasqua. Dall’altra parte coach Romano aveva risposto con l’ex Laquintana, e poi Kasongo, Baraschi, Vignali e Caloia.

Inizio da incubo per il Cus che becca 0-9 di break nei primi possessi sotto i colpi di Kasongo e Caloia. La sveglia la suona Gonzalez con 5 punti in fila, Veccari e Fanelli lo seguono a ruota e Taranto torna a contatto, 11-14 a metà quarto. Ma nel finale di quarto i rossoblu perdono di nuovo la bussola in attacco e vengono puniti da Laquintana e Kasongo con Ostuni che chiude avanti 24-14.

Avvio horror anche nel secondo quarto per i padroni di casa che subiscono proprio dagli ex Laquintana e Di Salvatore una serie di canestri che costringono coach Caricasole al time out sul 17-35. Veccari, Fanelli e Fernandez provano a raddrizzare la barca ma con alterne fortune tanto che dall’altra parte Laquintana, Tanzarella e Baraschi incendiano la retina più volte dalla distanza allungando per gli ospiti fino al massimo vantaggio Ostuni, +20. Solo nel finale un paio di liberi di Giovara e un canestro di Veccari accorciano le distanze fino all’intervallo sul punteggio di 33-48.

C’è il giovane scuola Virtus Mattei all’uscita dagli spogliatoi ed è proprio lui a suonare la carica con una palla recuperata e canestro in contropiede. C’è anche Veccari che segna un paio di canestri per il primo vero break rossoblu che costringe stavolta coach Romano al time out sul 39-48. Veccari è immarcabile in questo momento armato dalle mani ora di Giovara ora di Mattei, il Cus torna sotto alla grande e con la schiacciata di Fernandez firma il -4, 49-53. Sul più bello però qualcosa si inceppa, si torna ai vecchi errori, Ostuni non perdona e Kasongo restituisce la schiacciata per il nuovo allungo ospite sul 49-60 alla fine del terzo quarto.

La tripla di Kasongo è di cattivo presagio ma Fanelli restituisce al mittente con gli interessi, ben due triple per l’ala tarantina e coach Romano si rifugia ancora nel time out sul 57-63. Caloia e Masciulli rispondono presente e rimettono a +10 gli ospiti. Ma ancora un grande Fanelli prima segna altre due triple poi arma la mano di Fernandez, il Cus è ancora vivo e va addirittura a -5 con un paio di minuti da giocare. Sul più bello però ancora una volta Taranto torna a sbagliare un paio di scelte in attacco, non così Laquintana che segna un canestro e poi i liberi che decretano la vittoria ostunese e il ritorno alla sconfitta per la Pu.Ma. Trading Basket.

Ed ora, prima di Pasqua c’è il turno infrasettimanale, mercoledì alle 20 si gioca a Lecce contro la Lupa.

PU.MA. TRADING TARANTO – CESTISTICA OSTUNI 74-81

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Veccari 22, Fanelli 18, Mastropasqua, Fernandez 16, Gonzalez 10, Caldarola, Panzetta ne, Giovara 6, Mattei 2, Vitiello ne. All: Caricasole.

Cestistica Ostuni: Laquintana 24, Baraschi 10, Kasongo 18, Caloia 14, Vignali 3, Semerano ne, Masciulli 2, Petraroli ne, Di Salvatore 5, Giannotte ne, Cafarella ne, Tanzarella 5. All: Romano.

Parziali: 14-24, 33-48, 49-60; Arbitri: Francesco Menelao di Mola di Bari (BA) e Giuseppe Daniele Mazzilli di Corato (BA). Usciti per 5 falli: Giovara (TA, 4°q). Spettatori: 400.