Serie C - Playoff: Vigevano gioca a Olginate e il PalaRavasio si fa piccolo

02.05.2017 11:01 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 354 volte
Serie C - Playoff: Vigevano gioca a Olginate e il PalaRavasio si fa piccolo

La Pallacanestro Vigevano avrebbe preferito trovarsi in semifinale l' Expo Inox Mortara per diversi motivi, primo fra tutti il fattore campo favorevole con il fascino di disputare un derby e, fattore non trascurabile il Gorgon Olginate è senza dubbio una squadra più forte della formazione di coach Zanellati e difficile da incontrare che nel Girone B è arrivata al secondo posto alle spalle del Bernareggio dimostrando tutte le sue qualità essendo squadra completa e veloce che ricorda molto Iseo della passata stagione. Coach Bianchi fa un'analisi della formazione lecchese dopo aver visto di persona gara3 tra Olginate e Mortara disputatasi nella piccola struttura del PalaRavasio di Olginate (omologato per 265 posti a sedere).

"Olginate ha fatto la classica partita perfetta. Non voglio togliere niente a Mortara, che si è dimostrata abile nel vincere gara-1 e rimanere in partita in gara-3, ma davvero gli avversari sono stati superiori. Noi dobbiamo prepararci al meglio. Nella sfida di sabato sera Marino ha scavato il solco con tre bombe e hanno completato il lavoro Bassani e Ivan Riva».
Bianchi è cosciente del fatto che la sfida in programma domenica alle 18 a Olginate non sarà semplice. «Non dimentichiamoci – continua l’allenatore – che siamo una squadra forte anche noi. Il nostro obiettivo è quello di fare una buona serie, cercando di non arrivare a gara-3, ma sappiamo bene che non sarà semplice. Innanzitutto perché stiamo per giocarci una semifinale, e chi arriva fin qui è di sicuro una formazione di qualità. In secondo luogo non dimentichiamoci che i nostri avversari hanno giocatori di qualità come Tagliabue, che fino all’anno scorso giocava in serie A ed era un elemento in grado di totalizzare 14 punti a partita. Dimentichiamo quindi Pizzighettone, perché Olginate è di un livello molto superiore. Il play Marino è molto più difficile da controllare, così come i lunghi. Ci alleneremo tutta la settimana e penso che comunque gli avversari ci debbano temere».

La società vigevanese ha comunicato che i biglietti messi a disposizione per i propri sostenitori saranno soltanto 60, praticamente il 10% delle richieste, ma ormai ci si è abituati giocando in questa categoria. Vigevano esporta tifosi come nessuno riesce in questa categoria e non sono mancati in qualche occasione aumenti di prezzo per fare "cassa", un modo poco sportivo, ma sicuramente redditizio.