Serie C - Playoff: Questa sera Olginate vs Mortara si giocano la "bella". Zanellati:"Loro forti, ma noi non molliamo mai"

29.04.2017 10:09 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 98 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Playoff: Questa sera Olginate vs Mortara si giocano la "bella". Zanellati:"Loro forti, ma noi non molliamo mai"

Per vincere in gara1 ad Olginate erano occorsi 90 punti segnati ed un supplementare. Altamente improbabile che si potesse vincere ancora, per quanto al palaGuglieri, con meno di 60 punti segnati in gara2. Ed infatti, la Expo Inox Mortara ha dovuto arrendersi in una serata di percentuali negative a tiro pesante, ma anche di grande sacrificio al cospetto di un’avversaria più fisica, con rotazioni molto più ampie della volenterosa mezza dozzina di coach Zanellati che analizza a freddo la partita persa: «Determinante è stato il parziale di avvio (5-16, ndr) che ha incanalato la partita, ma soprattutto ha dato coraggio e fiducia ad una squadra che non ne aveva bisogno e che doveva giocare questa gara con tutta la pressione di chi è condannato a vincere», spiega il tecnico della formazione gialloblu lomellina. «Sono in ogni caso contento per lo spirito messo in campo dai ragazzi che non hanno mollato mai fino in fondo, provandoci sempre. Le occasioni per girare la gara ci sono state, sia nel quarto conclusivo quando siamo arrivati a -3, sia anche nel corso del terzo quando siamo tornati vicini ad Olginate che non segnava più, ma anche noi in quel frangente abbiamo smesso di segnare». Alfonso Zanellati focalizza la sua attenzione prima di tutto sulle difficoltà in cui è incappato l’attacco della sua squadra, come per altro testimoniato anche dal punteggio basso messo a segno. «Siamo stati involuti, spesso fermi e prevedibili, abbiamo tenuto troppo la palla in mano senza farla girare con passaggi, smarcamenti, movimenti lontano dal pallone. Questo ha facilitato la difesa avversaria tanto più in una serata in cui non abbiamo avuto buone percentuali al tiro. Ci è mancata anche l’intuizione di giocare più volte palla dentro, se non altro per creare spazi, alternative valide ad un gioco viceversa facilmente leggibile. Ma devo anche ricordare, a proposito di giocatori interni, che Kam ha giocato sia gara1 che gara2 in condizioni davvero precarie». Stasera si ritorna in riva al lago e, questa volta, chi perde finisce lì la sua stagione che, per la Expo Inox, fin d’ora è già positiva. Servirebbe un’altra grande impresa come quella di sabato scorso in gara1, ma sarà durissima. Olginate ha dimostrato in gara2 di aver preso le misure anche alle difese allungate di coach Zanellati: «Il bello dei play off che ogni gara è una storia a sé e sempre si volta pagina. Gara3 sarà diversa da gara1 e da gara2 e noi ci proveremo fino in fondo».

Fabio Babetto