Serie C - Mortara adesso sogna: «Jovic potrebbe tornare»

Il montenegrino è «regolare» ma non ha il permesso di soggiorno. Zanellati: «Le nostre ambizioni dipendono molto da chi sarà il centro titolare»
 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 384 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Mortara adesso sogna: «Jovic potrebbe tornare»

Il primo giorno della nuova stagione era… solo per italiani, ma a scanso di equivoci in un periodo di scarsa tolleranza, meglio precisare che gli stranieri erano assenti giustificati. Il primo, Leon Dronjak, sloveno di Novo Mesto, esterno tuttofare, si è aggregato ieri sera alla squadra non avendo trovato un volo aereo utile per presentarsi in campo fin dalla prima sera. Il secondo straniero, invece, è ancora nel campo delle ipotesi. Sarà un centro, ma non si sa ancora chi e, soprattutto, quando arriverà.

«Stiamo valutando molti profili, ma non c’è molto che ci convince ed il tempo adesso stringe», commenta a pochi minuti dall’inizio della nuova stagione coach Alfonso Zanellati. E, allora, la notizia vera è che Mortara sta ripensando o, quanto meno, non ha scartato l’idea di un clamoroso ritorno, quello di Aleksandar Jovic, il centro che aveva fatto la differenza la scorsa stagione sino a marzo, poi aveva dovuto abbandonare squadra e torneo per il famoso caos sugli extracomunitari. «La posizione di Jovic è ora del tutto regolarizzata perché si è iscritto all’università in Italia e quindi potrà avere un permesso tra quelli consentiti dal regolamento Fip», sottolinea Zanellati. «Il problema è rappresentato dai tempi burocratici necessari a fargli avere il permesso di soggiorno per studio. Avessimo la certezza che la questione si risolva in tempi abbastanza brevi, il suo ritorno sarebbe reciprocamente gradito. Ma non abbiamo certezze e, per intenderci, un conto è se Jovic può risolvere tutto per giocare dalla terza di campionato (le prime due le salterebbe comunque per squalifica, ndr), un altro conto se i tempi fossero più lunghi e, a quel punto, per noi non percorribili».

Certo che il ritorno di Jovic darebbe peso specifico di tutto rispetto alla Expo Inox che riparte con pochi volti nuovi, ovvero il lungo Rinaldi, l’esterno di ritorno Pontisso che Zanellati imposterà da play e Droniak per ricoprire i tre ruoli da esterno. Poi le conferme di Bossi, Ferretti e di Cattaneo, nuovo capitano, insieme ad una raffica di giovani che avranno come riferimento in prima squadra, oltre a Zanellati, anche il nuovo vice coach, l’esperto Enrico Gerosa che sarà pure il coach della squadra di serie D composta in gran parte proprio da questi ragazzi. "Un’addizione importante per un progetto che continua a crescere ed in uno staff che aumenta ancora di livello con l’inserimento anche di Pier Zanotti", sottolinea Zanellati che ribadisce anche l’importanza di avere ben due squadre giovanili da tempo nell’Eccellenza Regionale, unica realtà pavese a poterlo vantare. Intanto parte la stagione di C Gold e Zanellati vede Mortara così: «Vigevano, Saronno, Gazzada e Nerviano davanti a tutti. Noi? Dipende dal centro che arriverà».

Fabio Babetto