Serie C - Luca Malagoli, il nuovo coach per San Daniele

26.06.2018 14:55 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 285 volte
Serie C - Luca Malagoli, il nuovo coach per San Daniele
La stagione 2018/19 dei Bull Dogs San Daniele inizia con una scommessa in panchina. Salutato, non senza dispiacere, coach Enrico Sinone, la Società ha deciso di puntare su Luca Malagoli, tecnico udinese con trascorsi sia da giocatore che di vita a San Daniele del Friuli: valore aggiunto non da poco per la scelta finale in un ambiente come quello collinare.

Coach Malagoli arriva da un biennio di tutto rispetto (play off nella prima stagione e salvezza comoda nella seconda) come capo allenatore alla DGM

Campoformido, in C Silver. 

 

Precedentemente, le sue esperienze tecniche, lo hanno visto come primo assistente di coach Bjedov dell’APU Under 15 Eccellenza e di coach Cargnello, sempre in DGM, sia in Serie D che in C Silver, collaborando contemporaneamente con i coach Braidotti e Vignola nelle giovanili APU.

Queste le prime parole del nuovo coach della Libertas Pallacanestro San Daniele: "Dopo la conclusione del rapporto con coach Sinone, la società ha inserito il mio nome nella lista dei possibili successori. Visti gli ottimi risultati e il curriculum di tutto rispetto di Enrico Sinone per me è stato un grande onore. Quando ho parlato con il Presidente Romanin ho avuto subito la sensazione di ritrovarmi a casa, ho vissuto in un istante i mie albori da giocatore quattordicenne in maglia sandanielese sotto la guida di Luigi Bin e Gabriele Turissini.

A San Daniele sono legati anche i primi ricordi di una prima squadra senior: ho avuto l’onore di giocare nella Serie C allenata dal grandissimo Vanni Zanon, con compagni indimenticabili, tra i quali i "califfi" Martinuzzi, Toppano, Peresson, “Sky” Celotti.

Non vedo l’ora arrivi il 20 agosto per iniziare questa nuova stimolante avventura nella quale ho veramente voglia di mettere tutta l’energia, la grinta e la passione che merita una panchina importante come quella di San Daniele. Altro fattore per me importante è poter lavorare in una società che vive con passione e serietà anche il settore giovanile, guidato dall’amico Sgoifo, che già nelle passate stagioni ha dimostrato di far crescere ragazzi e ragazze di gran valore.”