Serie C - La Ju.Vi Cremona stravince a Iseo e sale in Serie B

07.06.2018 11:30 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 462 volte
Fonte: Sport Grigiorosso
Serie C - La Ju.Vi Cremona stravince a Iseo e sale in Serie B

La JuVi tinge Iseo di Oro Amaranto e torna a casa con la quarta promozione consecutiva dell'era Ferraroni. Tanto, tanto lavoro e tante, tantissime emozioni miste a testa, cuore, gambe e quel pizzico di cattiveria necessaria sono state le radici su cui il club di Cremona ha costruito il glorioso ritorno nelle serie nazionale.

Solo quattro stagioni fa la JuVi, dopo aver restaurato lo storico vessillo gigliato, muoveva i primi "incerti" passi (almeno per quanto riguarda le dinamiche societarie) in Promozione ed ora ha già raggiunto la sua piena maturità arrivando a riconquistare la Serie B, la stessa che aveva regalato tante soddisfazioni ai "padri fondatori" ed a quei cremonesi che per tanti anni avevano animato il basket cremonese.

Una finale dominata dagli uomini di Gigi Brotto è "solo" la ciliegina sulla torta di questa parabola ascendente, una finale che questa volta non ha lasciato scampo a quell'Iseo che cinque giorni fa sul parquet della spettacolo aveva fatto capire di avere le carte in regola per giocarsela alla morte perdendo di soli 3 punticini (72-69) ma che non è riuscita a mantenere le promesse se non nei primi due minuti di gara. Al Pala Antonietti infatti è quello il lasso di tempo che ha visto Iseo in vantaggio, Baroni e Franzoni cercano subito di tirare il carretto (5-2 / 7-5) ma con la tripla di Marco Bona, immancabile mattatore con 24 punti di cui 9/15 dal campo, il vento già cambia di direzione soffiando verso la pianura. Belloni in serata mistica e Radunic in versione schiacciasassi (6) prendono in mano la situazione ed iniziano a macinare punti punti per tutti mentre a concludere il primo quarto è Baba dalla lunetta (12-19). All'inizio del secondo quarto c'è qualche difficoltà in più nell'infilare il retino, tre minuti e mezzo sembrano non passare più ma alla fine dalla distanza Cazzaniga sblocca, Bernardi e Gorla seguono a ruota cecchinando dai 7 metri portando così il vantaggio in doppia cifra (16-28), Iseo prova ad aggiustare la difesa (2/2 Radunic) ma dall'arco Bona e Gorla rincalzano la dose per il +20 (16-36) che completa un break tremendo da 0-14. 

Dopo la pausa lunga i sebini sembrano aver riacquistato lucidita, si riparte dal 19-38 e con Tedoldi, Boccafurni e Furlanis Iseo riacquista fiducia ma Cazzaniga, Bona e Radunic riescono comunque a tenerli a distanza (29-47) Permon dà più in lunetta che dal campo (5/6 consecutivi) ed anche Leone sembra aver gli artigli spuntati (solo 5 punti per lui questa sera, 1/4 rispetto a quelli dell'andata). L'argomm ci prova comunque fin sulla sirena di 30' ma di fatto le distanze restano invariate (+18 Juvi 39-57). Non sazi i cremonesi nell'ultima frazione hanno ancora tanto da dare, Belloni, Radunic e Cazzaniga mandano sempre più in alto il vessilli gigliato (43-67) affidando poi a Bona quelle tre palle che servono per raggiungere il massimo vantaggio (+30 43-73 al 34'). Iseo è già largamente sconfitta e sugli spalti già ci si scambia gli abbracci e si comincia a prepararsi alla festa. Negli ultimi minuti a Leone e compagni non resta che cercare di riportare il gap ad un livello più accettabile.

Argomm Iseo 57
JuVi Cremona 81
Parziali: 12-19 / 7-19 / 20-19 / 18-24
Progressivo: 12-19 / 19-38 / 38-57

ISEO: Quintetto:Baroni 17, Furlanis 3, Franzoni 4, Tedoldi 3, Leone 5. Panchina: Ghitti, Permon 10, Arici 3, Pelizzari, Veronesi 7, Alibrandi, Boccafurni 5.
All. Mazzoli - Codenotti

JUVI: Quintetto: Bona 24, N'Diaye 6, Belloni 12, Bernardi 6, Cazzaniga 8. Panchina: Radunic 19, Vacchelli, Gorla 6, Mantovani, Sbernardori.
All. Brotto - Panena - Zagni

Arbitri: Gusmeroli di Cantello (VA) - Gurrera di Vigevano (PV).
NOTE: Usciti per falli Tedoldi, N'Diaye. Falli 24-21 | da due 14/37 - 15/28 | da tre 5/24 - 11-36 | Liberi 14/18 - 18-23 | Rimbalzi 35-46 | Ass 14-15 | P.ti da palle perse 6-20 | P.ti contropiede 4-2 | P.ti da seconda opportunità 5-12 | P.ti panchina 25-25 | Magg. Vantaggio 3-30 | Magg. parziale 5-14.
MVP: Matej Radunic 19 punti in 25 minuti, 5/6 da due, 9/10 ai liberi, 14 rimbalzi, 7 falli subiti (il più tartassato insieme a Bona)

Simone Manini