Serie c - La Geonova mostra i denti ai livornesi e fa sua la partita

12.02.2018 00:02 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 103 volte
Serie c - La Geonova mostra i denti ai livornesi e fa sua la partita

Una partita difficilissima, dove è servito tutto il cuore e ogni singola stilla di sudore per portare a casa questa vittoria, dopo un inizio quasi disastroso, la Geonova ha dato prova di avere un grande carattere, non si è lasciata andare e non ha perso la testa.

Si è compattata, ha cominciato a prendere qualche rimbalzo in più, a rubare una palla in più a fare passaggi più precisi e un punto alla volta ha recuperato un divario che sembrava averli già condannati, ma un passo alla volta e con molta determinazione, da un meno diciotto del primo quarto, hanno chiuso con un più dieci, ventotto incredibili punti recuperati fornendo una prova davvero esaltante e come dice qualcuno, la Geonova non è forte è solo brava !

In campo Burgalassi, Malvone, Toppo, Dell’Agnello, Benini,   Piazza manda sul parquet Danesi, Del debbio, De Falco, Romano, Loni,

Malvone apre da tre, poi Benini e a seguire Toppo per il break il primo break della partita 0/7, Piazza chiama Timeout e al rientro Danesi accorcia da tre.

La Pielle è incontenibile con Dell’Agnello già in doppia cifra nei primi minuti, Danesi prova ad accorciare dall’area, Romano infila da tre per l’8/18 a cinque dalla fine del primo periodo.

Geonova che cerca di salire nel punteggio con De Falco e Del Debbio, ma il divario resta sempre alto, si sbaglia molto, le percentuali al tiro sono decisamente basse, al contrario di quelle livornesi, alla prima sirena il tabellone fissa il punteggio sul 19/35.

Secondo quarto aperto da Loni, ma a comandare il gioco sono sempre gli ospiti, in campo per i labronici anche il nuovo acquisto Roljic che da sfoggio delle sue qualità infilando una tripla e due punti dal pitturato in meno di trenta secondi.

Piazza richiama i suoi in panchina, la partita è in un momento difficile, andare al riposo con un passivo così pesante sarebbe difficile da recuperare nella seconda parte delle partita, ed è in quel momento che la Geonova cambia atteggiamento e inizia una lenta ripresa, fatta di un rimbalzo in più conquistato, una palla in più recuperata, una difesa più attenta e punto dopo punto recupera parte del pesante passivo.

Romano da tre accorcia e Russo da due portano la squadra a meno quattro, Del Debbio in chiusura stecca la tripla del meno uno, ma va bene così, la sirena suona mentre il tabellone segna 42/46

Si riparte, ed ad aprire le danze è Loni, si replica dopo poco per il pareggio 46/46, Del Debbio va a canestro e firma il sorpasso, è la prima volta che la Geonova mette il naso avanti, per la Pielle è un momento difficile, è molto nervosa in questa fase di gioco, le sue percentuali al tiro si abbassano, aver dilapidato i diciotto punti di massimo vantaggio raggiunti nel primo quarto, li ha resi imprecisi e troppo nervosi ed incominciano a volare i tecnici.

E’ un terzo quarto davvero molto nervoso che la Geonova però riesce a controllare abbastanza bene, l’inerzia è dalla loro e questo li aiuta a mantenersi davanti, se pur con un esiguo vantaggio, è un momento buono per i ragazzi di Piazza, arriva un ottimo assist di Romano per Del Debbio e i bianco/rossi vanno sul 59/54, Romano va a canestro da tre e questa volta la sirena arriva fissando il parziale sul 62/54.

Inizia l’ultimo periodo, lo apre la Pielle con Burgalassi, Del Debbio prova a rispondere subendo fallo, uno su due e i punti di vantaggio sono sette, Burgalassi ancora accorcia, a sei minuti dal termine la Pielle è costretta a fare a meno di Benini per un infortunio dovuto ad una brutta caduta.

La partita riprende dopo l’intervento medico in campo ed è Toppo che dal pitturato va a segno, assottigliando il vantaggio della Geonova fino ad un solo punto di differenza, ma è Pierini che riporta la sua squadra avanti, Danesi ci aggiunge un altro punto dai liberi per il 66/33 a tre minuti dalla sirena finale.

L’incessante e lenta avanzata della Geonova non si ferma, De Falco la mette da fuori area e sono altri tre punti, 69/66, Del Debbio ancora in lunetta e fa uno su due, ormai si naviga a vista, l’importante è non perdere palla, poi è Romano che di forza va a canestro, guadagnando anche un fallo, 48 secondi alla fine e il tabellone assegna 73 punti alla Geonova e 66 alla Pielle.

Ma ancora c’è spazio, De Falco è in lunetta e fa uno su due, palla persa dalla difesa labronica, Del Debbio recupera e infila l’ultimo canestro per un finale inaspettato ma decisamente meritato 76/66

 

Geonova: Danesi 15, Balducci ne, Loni 6, Russo 2, Del Debbio 18, Giovannetti ne, Lombardi, De Falco 6, Pierini 4, Romano 25 All. Piazza

Pielle Livorno: Massoli, Bertolini ne, Burgalassi 6, Malvone 5, Toppo 8, Cianetti ne, Capobianchi 1, Dell’Agnello 20, Roljic 7, Venditti, Benini 19. All.Da Prato