Serie C - La capolista Alfa Catania stronca la Virtus Ragusa

12.02.2018 06:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 102 volte
Serie C - La capolista Alfa Catania stronca la Virtus Ragusa

Una “polaroid” da conservare tra gli archivi di questo campionato, come una delle partite più importanti, sebbene porti con sé un sapore amaro per la Virtus Euromotor Ragusa che in casa, contro la capolista Alfa Catania, deve arrendersi alla netta superiorità avversaria.

Un tabellone nerissimo per i virtussini, frutto di un match iniziato col piede sbagliato fin dal primo tocco.

L’Alfa Catania si incammina immediatamente senza alcuna difficoltà, imposta il gioco e detta legge, dimostrando subito tutte le virtù che la rendono, non a caso, la prima della classe.

È Canzonieri a segnare i primi due punti ragusani ma la Virtus è troppo contratta, concede spazio, quello stesso che dovrebbe coprire  e che invece Abramo viola, più e più volte.

Licitra tenta di rianimare i suoi con tre punti dall’angolo sinistro, seppur la difficoltà nel creare gioco sia evidente. 

La palla riesce a girare più velocemente solo sul finire del primo quarto, con Dinatale e Ferlito che provano a gestire lo svantaggio.

La determinazione di stabilizzarsi sul tabellone per l’Alfa, e l’affannosa ricerca dell’equilibrio per la Virtus, sono i motori che azionano le due squadre.

Agosta prima e Consoli poi, sfruttano la loro superiorità fisica per imporre il +10 sui padroni di casa.

Kolonicny, in pick&roll con Gottini, amplia il vantaggio. Troppi gli errori virtussini sui liberi, decisivi per perdere le tracce dei catanesi, in volata nel terzo periodo.

Catania non lascia spazio, ad ogni azione perfeziona la chiusura difensiva, costringendo Ragusa ad arrancare con sbiadite conclusioni personali.

Le lunghezze di differenza crescono, l’Alfa procede ad andatura spedita con Agosta e Abramo, protagonisti indiscussi dell’intero match, di conseguenza il nervosismo aumenta e la palla ragusana non entra più.

Catania dilaga con il positivissimo Abramo, confermando così l’esito del girone d’andata e mantenendo il controllo solitario della vetta della classifica.

 

“Sin dall’inizio non ci siamo fatti trovare pronti-  commenta amareggiato coach Di Gregorio- abbiamo subito la loro fisicità, specie dentro l’aria e la loro pressione. Non abbiamo mai fatto canestro e questa cosa ci ha condizionato moralmente. Dobbiamo prendere spunto da questa sconfitta per capire che gli obiettivi di inizio stagione devono essere ancora raggiunti e da martedì bisognerà lavorare bene e tanto, per affrontare al meglio la prossima avversaria. Non c’è niente di facile o scontato, è bene che questo sia chiaro.”

 

Virtus Euromotor Ragusa VS Polisportiva Alfa Catania: 56-88

 

Parziali: 11-17, 29-37, 48-60, 56-88

 

Virtus Euromotor Ragusa: Vacirca 1, Girgenti 10, Simon 7, Idrissou 4, Comitini , DiNatale 11, Licitra 6, Bocchieri , Carnazza , Ferlito 7, Canzonieri 10, Sorrentino.

All. Di Gregorio-Trovato

Polisportiva Alfa Catania: Murphy 2, Gottini 8, Ferrara 10, Signorello , Consoli 16, Riferi 4, Agosta 15, Florio , Arena 1, Kolonicny 10, Abramo 22.

All. Bianca-Taormina