Serie C - L'Aux Cus domina Il Canestro Alessandria

14.01.2018 13:46 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 98 volte
Serie C - L'Aux Cus domina Il Canestro Alessandria

Dieci minuti di basket ad altissimo livello tecnico, a tratti di spettacolo puro. L’Auxilium CUS ipoteca così i due punti casalinghi con Il Canestro Alessandria e conquista la quinta vittoria consecutiva, chiudendo il girone di andata al terzo posto in solitaria.
Non che nella restante mezzora i gialloblu vivano sugli allori del quarto inaugurale, anzi: le giocate di pregio, individuali e di squadra, sono più d’una, anche se, a fronte della maggiore aggressività di un avversario meno ..consenziente che in avvio e dell’ampio distacco, la prestazione dei ragazzi di coach Porcella è meno spumeggiante e decisamente più utilitaristica.
Le cifre del match indicano la chiave del successo cussino nel dominio assoluto sotto le tabelle: 32 rimbalzi dietro, ad aprire il campo a ficcanti e letali ripartenze, e 15 davanti (ben i 15 punti in arrivo dalle seconde opportunità). Contro gli appena 23 rimbalzi alessandrini (8 in attacco).
L’altro fattore decisivo è il battente attacco al colorato avversario, che frutta ai torinesi ben 46 punti in area.
Eccezion fatta per Ripepi, tutti i gialloblu vanno a segno, con nota di merito per Riviezzo (14, 7 su 8 da due), Russano (16, 2 su 3 da due, 4 su 5 da tre) e Di Matteo (14, 7 su 7 da due), autori di giocate da applausi e a quote d’intensità inarrivabili per chi sta di fronte. Campanelli e Chiotti mettono per una sera la loro classe nel cassetto e giocano con lucida concretezza al servizio dei compagni, positivo l’impatto di Fantolino.
Il numero che salta all’occhio sul fronte mandrogno sono invece i (soli) 9 punti totali del temuto duo Taverna-Billi, marcati con grande attenzione e mai davvero dentro alla partita (il primo limitato pure presto dai falli).
Dopo un minuto Il Canestro è già a zona, ma non basta a frenare l’entusiasmo e l’energia dei gialloblu. Riviezzo e Chiotti svettano a rimbalzo difensivo e aprono velocissimi ribaltamenti a cui gli ospiti non stanno proprio dietro. Campanelli segna in contropiede e poi da tre punti, Riviezzo è il terminale di un paio di transizioni che lo portano a facili appoggiate da sotto, così come Di Matteo, a bersaglio dopo l’ennesimo taglio dentro, perso dalle improvvide rotazioni alessandrine, e poi protagonista di un assist schiacciato da urlo ancora per Riviezzo.
Frastornato, Il Canestro assiste e non fa nulla per sottrarsi ad un destino che sembra già segnato: altra entrata di Di Matteo, nuovo recupero della difesa di casa e Riviezzo sigla, manco a dirlo da sotto, il 22-10 al 6’.
Torino non si ferma neanche quando trova sbarrato l’accesso all’area: Chiotti la infila da 8 metri. Il finale di periodo è tutto di Fantolino: 28-12.
Nelle battute iniziali del secondo quarto Alessandria ripropone la zona e sembra un po’ più convinta. Forse anche troppo: l’antisportivo di Billi su Stola è veniale, il play cussino fa 0 su 2 a gioco fermo ma sul lunghissimo extrapossesso Torino strappa per 3 volte rimbalzo offensivo e muove con pazienza le pedine avversarie fino a trovare Fantolino libero in angolo per i 3 del 31-14 al 13’.
Taverna commette il suo terzo personale e Il Canestro è costretto a centellinare uno dei suoi punti di riferimento. Un punto a favore dell’Aux CUS, che prosegue imperterrita nella sua opera di demolizione, anche se il gioco più ruvido degli ospiti ne annacqua a tratti la brillantezza: Russano colpisce da lontano, Di Matteo due volte da sotto, in entrambe le occasioni su recuperi della difesa, Russano rimpingua il bottino al 44-21 del 18’.
Neanche la pausa cambia il volto alla gara. Il Canestro fornisce qualche segnale in più di esistenza nei primi 2 minuti del terzo quarto - mini-break di 0-5 (44-27) -, ma Torino non dà mai corda e con 7 punti in 2 minuti di Russano si tiene sopra i 20 di distacco: 54-31. Margine ritoccato da Campanelli con un canestro in rovesciata sulla linea di fondo dopo un suo stesso errore al tiro: 58-34.
Due triple del giovanissimo Apuzzo in chiusura di periodo consentono agli ospiti di tornare a 19 punti. È il massimo che Alessandria riesce a fare.
Un tap-in di Tiberti, un canestro in allontanamento di Chiotti e un bel movimento verso il ferro di Riviezzo rimettono l’infinito tra le due squadre.
Di Matteo e Stola ritoccano il massimo vantaggio, fissato poi da Catozzi a +29 (76-47) a 2 minuti dal termine.

AUXILIUM CUS TORINO-IL CANESTRO ALESSANDRIA 78-49
Parziali: 28-12, 44-22, 60-41
TORINO: Chiotti 11, Fantolino 8, Russano 16, Ripepi, Di Matteo 14, Riviezzo 14, Campanelli 7, Stola 2, Catozzi 2, Tiberti 4. All. Porcella.
ALESSANDRIA: Gay 8, Tava 2, Cavarretta, Pilati 4, Taverna 4, Cremaschi 1, Zogno, Apuzzo 17, Billi 5, Palmesino 8, Yahya. All. Talpo.