Serie C - Geonova Lucca espugna il Palacorsoni di Siena

04.03.2018 13:38 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 121 volte
Serie C - Geonova Lucca espugna il Palacorsoni di Siena

La Geonova ha vinto sull’imbattuto campo senese, la partita con la Virtus è stata preparata a dovere e ha dato il risultato sperato, questa volta la squadra era al gran completo, anzi più che al completo, visto l’ingresso di Daniel come nuovo aggregato alla truppa di Piazza.

E’ atata una partita che ha richiesto molte energie, sia fisiche che mentali, la Geonova aveva di fronte una forte e motivata Virtus Siena e giocare con loro e reggere lo stress da prima della classe, è stata davvero dura, la situazione imponeva una prestazione importante, difficile da farsi, come diceva qualcuno, Il potere, leggasi prima posizione, logora, ed è difficile da mantenere, per farlo è necessario alzare quell’asticella che si chiama impegno, determinazione e forza di volontà.

I bianco/rossi della Geonova, guidati da Piazza, lo hanno fatto in maniera egregia, sono riusciti a vincere, e ribaltare il risultato dell’andata, facendo scivolare la Virtus alle proprie spalle, poi ci saranno altri incontri, non importa quanto difficili, ogni partita è una storia a se e come più volte dice Piazza, “andiamo avanti, una partita per volta” una cosa comunque è certa, queste vittorie valgono molto di più dei due punti in palio.

 

Alle 21:15 l’arbitro lancia la palla in aria ed i giochi iniziano, Leonardon e Nepi per il primo mini break del più 4, al quale rispondono Loni da fuori area, Danesi e ancora Loni per il contro break da 0/7.

Botta e risposta tra le due squadre, poi Loni zittisce il Palacorsoni con una schiacciata per il nuovo vantaggio, i padroni di casa recuperano con Olleia e Imbrò, Daniel va a segno per i suoi primi due punti, poi Romano, Danesi e De Falco, fanno volare la Geonova portandola a fine primo quarto sul 21/26.

Pronti via e a dieci secondi dall’inizio del secondo quarto, Romano piazza una micidiale bomba, non passa un minuto che va nuovamente a canestro per il più undici, la Geonova ha ormai preso ritmo e fa suo anche il secondo tempino chiudendo sul 39/47.

Il terzo quarto è quasi sempre il più difficile da giocare, sia per chi è avanti sia per chi deve recuperare, è un po’ come l’inizio della partita, con la consapevolezza però che c’è meno tempo a disposizione, i quindici minuti di pausa danno modo alle squadre di riorganizzarsi, di capire come sono andate le cose in campo e sul come migliorarsi.

Al rientro la Geonova è avanti di otto punti, non sono pochi, ma non sono nemmeno a sufficienza, per pensare di giocare ancora venti minuti in tranquillità, sapendo, di avere di fronte una Virtus, tutt’altro che disposta a mollare, è il momento di spingere per tentare di mettere al sicuro il risultato.

Il primo canestro porta la firma di Pucci, due punti dal pitturato, risponde Del Debbio da tre, ma è la Virtus ad essere più reattiva, Imbrò accorcia ancora, in un avvicendarsi di canestri, i padroni di casa rosicchiano punti importanti, ai cinque del terzo, sono solo due i punti che separano le squadre, rispondono per le rime De Falco e Del Debbio, a canestro anche Daniel, ma è la Virtus che si aggiudica il quarto, recuperando quattro pesantissimi punti nell’economia della partita.

L’ordine che deve essere venuto dalla panchina lucchese ci immaginiamo sia stato “non mollare ora !  Fuori gli attributi, carattere e giocarsela fino alla fine, forza ! “ Cosa che i ragazzi di Piazza spesso hanno dimostrato di saper fare.

Così al rientro in campo capitan Loni la mette da due dando il “la” alla squadra, Romano, tiro libero e una bomba da tre, Danesi dalla lunetta, De Falco, da fuori altri tre punti, non sono trascorsi neanche due minuti e la Geonova è avanti di quattordici lunghezze.

I padroni di casa provano a rispondere con Lenardon, migliore in campo per la Virtus e con Olleia, ma i bianco/rossi hanno in corpo adrenalina da vendere, cinicamente continuano a bersagliare il canestro senese fino al massimo vantaggio, più 18 a due minuti dalla fine, le medie sono alte per quasi tutta la squadra, il capitano Loni con 90% da due, De Falco 66% da due, Romano 71% da tre e con 11 rimbalzi presi, il nuovo arrivato Daniel con 66% da due, alla Virtus non resta che prendere atto della sonora sconfitta subita, e rientrare negli spogliatoi a leccarsi le ferite.

 

Virtus Siena: Simeoli 6, Olleia 11, Lenardon 17, Imbrò 12, Nepi 10, Ceccatelli 2, Mucci ne, Baldinotti ne, Ndour 2, Pucci 2, Falchi ne, Bianchi 8.

Geonova: Danesi 9, Loni 24, Del Debbio 9, De Falco 13, Romano 23, Russo, Lombardi, Pierini, Daniel 8, Giovannetti ne. All. Piazza