Serie C - Finale promozione: Domani sera ultima chiamata per l'Omnia Pavia vs Bernareggio

In svantaggio 2-1 con Bernareggio, non può più perdere. Coach Celè: «Mercoledì al PalaRavizza ci giochiamo la stagione»
30.05.2017 10:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 339 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Finale promozione: Domani sera ultima chiamata per l'Omnia Pavia vs Bernareggio

Una sconfitta che rischia di lasciare un segno pesante nella serie di finale per la promozione. La Winterass esce battuta con un pizzico di sfortuna dal PalaReds dopo una partita combattuta: avviata malissimo, poi ripresa per i capelli e portata quasi alla vittoria. Fino all’epilogo dei tempi regolamentari quando Infanti sbaglia tutto quello che non aveva sbagliato prima e Gay perde una palla sanguinosa e Bernareggio impatta. L’ultimo pallone è di Pavia quasi che il destino invitasse i pavesi a giocarsela sino in fondo e la beffa è il canestro di Cugini a tempo scaduto. Nel supplementare con la lingua fuori e il morale sotto i tacchi per Di Giuliomaria e compagni è stato facile chiudere i conti. E ora? Qualcuno in società ha detto che è come sentirsi investiti da un tir, ma è anche vero che esiste ancora una possibilità per vincere e tornare a Bernareggio sabato. «Quel finale penso lo ricorderò a lungo – sospira coach Marco Celè – probabilmente abbiamo pagato il grande sforzo che abbiamo fatto per recuperare lo svantaggio e andare in testa. Il lavoro in difesa, il cercare il contropiede e la velocità che ci hanno permesso di accumulare un vantaggio di 7 punti lo abbiamo sentito tutto in quei due minuti finali. Nel supplementare però qualche problema lo hanno avuto anche loro, faceva un caldo atroce dentro al palasport. Rimane grande rammarico perché era una partita che avremmo potuto vincere ed invece abbiamo perso per degli episodi. L’abbiamo interpretata bene, ora importante è non mollare perché abbiamo visto che si può giocare contro Bernareggio». Quando si termina una partita in parità e alla fine del supplementare solo 4 punti dividono le due squadre si guardano i particolari e si scopre che la Winterass ha tirato malissimo i liberi (13/26, 50%) contro il 62 (23/37) dei brianzoli. «Non so cosa dire – afferma l’allenatore pavese – avevo previsto che sarebbe stata una partita equilibrata e così è stato. Solo i particolari hanno fatto la differenza. Cugini? Strepitoso nel secondo tempo, un po’ teso nel primo, ma ci sta. È stato bravo a segnare tiri difficili che ci hanno riportato dentro la partita». 

Domenica i giocatori pavesi hanno riposato, cercando di recuperare le energie fisiche e mentali per giocarsi tutto mercoledì al PalaRavizza (palla a due ore 20.45). 
«Ho concesso un giorno di riposo perché volevo che recuperassero le forze prima dell’ultima partita casalinga della stagione – sottolinea Celè – ci siamo ritrovati ieri per studiare qualcosa di nuovo e fare un po’ di tiri. Mentalmente dobbiamo recuperare, perché quando si perde in questo modo gara tre di finale si rischia di crollare, ma noi non possiamo farlo, perché anche questa volta i tifosi sono stati splendidi a sostenerci sino alla fine. Al PalaRavizza comunque vada sarà l’ultima volta che giocheremo e vorrei che salutassimo il nostro pubblico nel modo migliore, cioè vincendo. Loro sono stati eccezionali con noi e dobbiamo provare a riprendere in mano la serie per arrivare alla decisiva gara cinque».

Maurizio Scorbati